La Banca centrale europea lascia bassi i tassi di interesse

Agenpress ECONOMIA

Ma la pandemia continua a gettare un’ombra, soprattutto perché la variante Delta costituisce una crescente fonte di incertezza”.

“Riconosciamo l’efficacia di tutti gli strumenti che abbiamo nella cassetta degli attrezzi” sottolinea la presidente della Banca centrale.

La Banca centrale europea non cambia strategia e lascia bassi i tassi di interesse, ai livelli attuali o inferiori, fino a quando l’inflazione non raggiungerà l’obiettivo del 2%. (Agenpress)

Se ne è parlato anche su altri giornali

A cura di Patrice Gautry, Chief Economist at UBP. L’inflazione non spaventa più la BCE, che terrà una linea “aggressivamente” accomodante;. La BCE ha adottato un obiettivo simmetrico di inflazione intorno al 2% a medio termine; nella riunione il board si è concentrato sulla ridefinizione della traiettoria dei suoi tassi d’interesse, senza affrontare il tema del PEPP e più in generale degli acquisti della Banca;. (Wall Street Italia)

L'inflazione si rafforzerà nel medio termine rimanendo però al di sotto nostro target". "I principali tassi di interesse della Bce sono da tempo vicini al loro limite inferiore e le prospettive di inflazione a medio termine sono ancora ben al di sotto dell'obiettivo- si legge nel comunicato stampa – In queste condizioni, il Consiglio direttivo ha rivisto oggi la sua forward guidance sui tassi di interesse. (Finanza.com)

Le opinioni a cui si giungerà al termine della fase di indagine passeranno anche dall’Euro Retail Payments Board Dalle prime sensazioni, però, sembra piuttosto chiaro che ci troviamo ancora in una fase sperimentale e prematura in merito qualsiasi tipo di decisione definitiva. (InfoVercelli24.it)

Nella riunione odierna la Banca centrale europea ha confermato i tassi di interesse e la dotazione del Pepp, il piano anti-pandemico, ma ha rivisto la sua forward guidance alla luce della revisione della strategia. (Finanzaonline.com)

I tassi "rimarranno ai livelli attuali o inferiori fino a quando non vedrà l'inflazione raggiungere il due per cento ben prima della fine del suo orizzonte di proiezione e durevolmente per il resto dell'orizzonte di proiezione" E l'istituto conferma l'orientamento "molto accomodante" della sua politica monetaria. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Cop. (RADIOCOR) 22-07-21 14:50:47 (0395)EURO 3 NNNN "Era quello che mi attendevo - ha detto - ed e' normale cosi'". (Borsa Italiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr