Festival di Cannes 2021, le foto dei vincitori

Festival di Cannes 2021, le foto dei vincitori
Poker Fanpage CULTURA E SPETTACOLO

Un’edizione che segna il ritorno sulla Croisette dopo un anno di stop a causa della pandemia e, mascherine a parte, non ha rinunciato a folle, star e glamour

La vittoria va Titane di Julia Ducournau, annunciata in anticipo per errore da Spike Lee.

I vincitori del Festival di Cannes 2021: Palma d'Oro a Titane, Spike Lee l'annuncia prima per errore. Tutti i premi consegnati al 74esimo Festival di Cannes, nella cerimonia di chiusura di sabato 17 luglio. (Poker Fanpage)

Ne parlano anche altre testate

Dal castello di Donnafugata, alla Riserva naturale dello Zingaro, dai ruderi di Poggioreale al barocco fastoso di Noto, dal fascino di Ortigia alla Scala dei Turchi di Realmonte. (PalermoToday)

Se c’è una cosa infatti che ci ha detto Cannes è che il cinema è ripartito sì ma lentamente. Ovviamente meglio di Venezia 2020 ma molto probabilmente peggio di Venezia 2021 che partirà tra un mese e mezzo. (Primocanale)

Il simbolo perfetto di ciò è il finlandese Juho Kuosmanen con il Grand Prix ex æquo ricevuto per Compartment No. Presieduta da Spike Lee, la giuria del 74° Festival di Cannes ha assegnato la Palma d'Oro a Titane di Julia Ducournau, un'opera incisiva e senza dubbio il lungometraggio più moderno tra i 24 candidati di quest'anno. (News - Cineuropa)

Il bilancio della 74a edizione del Festival del Cinema di Cannes

La Palma d’Oro è andata al francese Titane della commossa regista Julia Ducournau, seconda donna nella storia a vincere il premio principale: prima di lei c’era riuscita solo Jane Campion con Lezioni di piano nel 1993, oltretutto ex-æquo. (Spettacolo.eu)

un palmarès senza “Corpo”. CANNES - La Semaine de la Critique, sezione parallela alla selezione ufficiale del Festival di Cannes, si svolge dal 1962, organizzata dal sindacato francese della critica cinematografica e dedicata alla scoperta di talenti nascenti. (Cinecittà News)

La catarsi di Navad Lapid in Ha’Berech. Il regista israeliano Navad Lapid porta a Cannes il film Ha’Berech (titolo in inglese Ahed’s Knee). Il film racconta i fatti che hanno portato all’esplosione di tale violenza senza mai fare alcun riferimento al nome dell’assassino o esibendo scene violente (Taxidrivers.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr