Torteria negazionista, Spatari ci riprova e chiede dissequestro al Riesame: «È una battaglia di legalità»

Torteria negazionista, Spatari ci riprova e chiede dissequestro al Riesame: «È una battaglia di legalità»
Corriere della Sera INTERNO

Nella primavera di quest’anno la Torteria diventa un luogo simbolo delle proteste contro le restrizioni imposte dal governo per contenere il diffondersi del virus.

A sostenere Rosanna, che è arrivata insieme al suo legale Alessandro Fusillo, c’era un piccolo gruppo di supporter no vax.

Spatari, quindi, torna alla carica con un ricorso al Riesame

La titolare presenta un ricorso al Riesame, che respinge la richiesta di dissequestro. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Così Rosanna Spatari, titolare della Torteria di Chivasso, protagonista, durante il lockdown, di un braccio di ferro con la prefettura per non aver mai chiuso il locale, diventato fortino contro le norme anti-contagio, ha spiegato al giudici del Riesame. (La Stampa)

Oggi la donna si è rivolta al tribunale del Riesame per chiedere il dissequestro del locale e la decisone arriverà presumibilmente tra qualche settimana. “Ma ora il provvedimento amministrativo che si reputa che Rosanna Spatari abbia violato non ha più efficacia - conclude l’avvocato - La sua è una battaglia di legalità che insieme a lei sta combattendo tutto il Paese, e i magistrati dovrebbero difendere la legalità” (La Repubblica)

La Torteria di Chivasso, oggi l'udienza per il dissequestro

Davanti al tribunale di Torino si sono ritrovati anche alcuni sostenitori della Spatari. in pandemia. Per tre volte le sue richieste sono state bocciate. (Prima Chivasso)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr