Vaccini, dopo quanto tempo si raggiunge la copertura ottimale contro le varianti?

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

3' di lettura. Non una ma due dosi forniscono uno scudo utile a proteggersi dalla variante Delta.

In Italia variante Delta sotto l’1%. Stando ai rilevamenti al momento in Italia la circolazione della variante Delta è molto limitata.

Allo stesso tempo l’analisi di Public Health England spiega che, sebbene la variante Delta riduca l’efficacia dei vaccini contro l’infezione sintomatica, due dosi di vaccino proteggono ancora da malattia grave. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il prodotto – spiega l’azienda - “può essere impiegato anche in locali pubblici come bar, ristoranti e uffici”. Nei giorni scorsi le lampade sono state utilizzate per sanificare gli ambienti della scuola elementare di Tezze, a Vazzola. (Oggi Treviso)

Cronaca. PUGLIA - Sono 2.994.133 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17.00 dal Report del Governo nazionale. Ad oggi i medici di medicina generale hanno somministrato, in tutto, 128.707 dosi di vaccino di cui 16.911 a domicilio. (Porta di Mare)

La prima struttura a partire sarà la farmacia Pizzini all'autostrada di Marghera, che venerdì ha in programma di iniettare i primi monodose di Johnson & Johnson, riservati agli ultra sessantenni sani. Dopo i continui tira e molla durati interi mesi, una farmacia del Veneziano è finalmente pronta a partire con la profilassi contro il Covid. (La Nuova Venezia)

Nel frattempo, i contagi quotidiani nel Paese restano stabili da inizio giugno, intorno ai 6 mila, mentre le vittime quotidiane nell'ultima settimana sono state in media 75 Le dosi complessive somministrate salgono così a più di 37 milioni e mezzo, di cui 14 milioni di richiami, con il 27% della popolazione che ha ricevuto almeno la prima dose. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Montefiascone – Il centro vaccini anti Covid a “Le Guardie” – Il vaccino AstraZeneca. I volontari della protezione civile attendono i pazienti all’ingresso, misurano la temperatura e consegnano il numero di prenotazione. (Tuscia Web)

Nel dare la notizia, iI ministro della Sanità, Greg Hunt, ha citato i timori di possibili collegamenti tra il vaccino di AstraZeneca ed i casi di trombosi, sottolineando che adesso il siero "preferito" per tutti coloro che hanno meno di 60 anni è quello della Pfizer. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr