Bologna, i lavoratori dello spettacolo in presidio: “Chiediamo ripartenza vera”

Bologna, i lavoratori dello spettacolo in presidio: “Chiediamo ripartenza vera”
LaPresse INTERNO

Lo dice Cecilia Muraro, rappresentate di Adl Cobas alla manifestazione dei lavoratori dello spettacolo che si è tenuta a Bologna questo pomeriggio.”Non deve essere una falsa partenza come quella dell’estate o una ripartenza dove c’è ancora lavoro nero o lavoratori sfruttati”, aggiunge Muraro che poi conclude: “Siamo qui per chiedere un tavolo vero di riforma per lo spettacolo, uno dove non ci sia solo Franceschini, ma anche il Mise e il ministero del Lavoro: parliamo di lavoro nella cultura”. (LaPresse)

Su altri media

Sempre fino al 27 marzo, nelle zone rosse, non sono consentiti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria, salvo che siano dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute. “In considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica”, si legge nella nota di palazzo Chigi, viene prolungato al 27 marzo lo stop agli spostamenti tra Regioni e province autonome. (LaPresse)

Alcune centinaia di attori, ballerini, coristi e molti lavoratori saltuari hanno chiesto al Governo riaperture in sicurezza. Alcune centinaia di attori, ballerini, coristi e molti lavoratori saltuari hanno chiesto al Governo riaperture in sicurezza dei luoghi della cultura e dello spettacolo, ammortizzatori sociali per i lavoratori di questi settori ormai da un anno in profonda crisi, nuovi ristori e investimenti. (LaPresse)

Imminente la decisione del governo in merito al divieto agli spostamenti tra Regioni, in scadenza il 25 febbraio. Al momento la proroga sembra essere probabile. (AutoMotoriNews)

Spostamenti tra regioni: regole oggi e fino a quando

Domani il vicepresidente Riccardi chiuderà l'intesa con i rappresentanti regionali di categoria. di Antonio Di Bartolomeo. I presidenti di regione si confrontano per la prima volta col nuovo governo questa sera in merito alle misure di contrasto all'epidemia. (TGR – Rai)

Manifestazione sotto la prefettura nel capoluogo ligure. (LaPresse) – I lavoratori del mondo dello spettacolo aderenti a Fistel Cisl e Uilcom Uil stanno manifestando sotto la prefettura di Genova chiedendo la riapertura di teatri e sale da concerto. (LaPresse)

Potrebbe essere l'occasione anche per iniziare a discutere le norme del nuovo Dpcm, dato che l'attuale scade il 5 marzo. Ma fino a quando potrebbe essere prorogato il divieto di spostamento tra regioni? (Il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr