I nuovi codici Ateco: la lista delle attività essenziali che possono lavorare

I nuovi codici Ateco: la lista delle attività essenziali che possono lavorare
Il Reporter Il Reporter (Interno)

La lista delle attività che possono continuare a lavorare: i nuovi codici ateco in pdf e word. Ecco in dettaglio, codice per codice, tutte le attività produttive che possono rimanere aperte durante l’emergenza coronavirus: nell’elenco vengono riportati prima i codici ateco e poi la descrizione.

Ne parlano anche altre fonti

Via libera invece alla fabbricazione di confezioni in vetro per alimenti, di batterie e pile, di macchine automatiche per l’imballaggio. Sono le novità scaturite dall’intesa tra Governo e sindacati sulle modifiche all’elenco delle attività produttive considerate indispensabili per il Paese, che possono continuare a rimanere aperte nel corso dell’emergenza coronavirus. (Il Sole 24 ORE)

I codici Ateco entrati, quelli usciti e quelli circoscritti, mentre cresce il lavoro dei prefetti. CODICI ATECO, LE VOCI USCITE. Dalla lista allegata al Dpcm escono i codici Ateco relativi alla fabbricazione di spago, corde, funi e reti e a quella di articoli in gomma, tra cui pneumatici. (Startmag Web magazine)

Per sapere se la vostra attività rientra tra quelle consentite dal decreto, vi suggeriamo di consultare l’elenco presentato qui di seguito, in cui ciascuna attività è contrassegnata dal proprio codice di riconoscimento ATECO (che sta per ATtività ECOnomiche). (Notizie Ora)

Il governo ha trovato un’intesa con i sindacati sulla nuova lista Ateco, da cui sono state eliminate le attività non essenziali. Altra novità rispetto al dpcm del 22 marzo riguarda la fabbricazione di macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l’imballaggio. (Fanpage.it)

“Ateco, chi era costui?” Questa la domanda più in voga in questi giorni tra gli imprenditori, piccoli o grandi che siano. Instabilità che ha travolto anche i codici Ateco, approvati domenica sera (dopo un lungo negoziato, durante il quale tanti codici sono entrati papi ed usciti cardinali) e già cambiati, modificati e integrati mercoledì. (Open)

Non è possibile consentire la produzione al 100% di quelle imprese che lavorano al 5% per aziende ritenute essenziali. Il primo passo è di mettersi a lavorare sull'elenco delle attività essenziali e su quelle che ad oggi possono fermarsi per qualche giorno". (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.