Luana D’Orazio, parla la madre della 22enne morta sul lavoro: «Mia figlia si è sempre data da fare per costruirsi un futuro»

Luana D’Orazio, parla la madre della 22enne morta sul lavoro: «Mia figlia si è sempre data da fare per costruirsi un futuro»
Altri dettagli:
Corriere Fiorentino INTERNO

Le prime parole dopo la tremenda perdita: «Era bella, solare e amava la vita» - video di Giorgio Bernardini / - CorriereTv. «Mia figlia era una ragazza che si dava da fare, non stava a spasso».

«Dovremo ricordarla bella, solare, una ragazza che amava la vita, umile.

Queste sono le prime parole di Emma Marrazzo, la madre di Luana D’Orazio, la 22enne morta a Prato, uccisa da un orditoi.

Con tanta voglia di lavorare per costruirsi un futuro»

(Corriere Fiorentino)

Ne parlano anche altre testate

La città si stringe attorno alla famiglia di Luana, morta mentre stava svolgendo il suo lavoro come ogni giorno La 22enne, poi, era sempre stata apprezzata per la sua incredibile voglia di vivere e il suo impegno sul lavoro. (Fanpage.it)

Luana D'Orazio è morta a 22 anni per un tragico incidente sul lavoro. Oggi piangiamo questa giovane vita spezzata, questa mamma che non c’è più, questa figlia che non c’è più ". (ilGiornale.it)

Luana D’Orazio se n’è andata a soli 23 anni (non ancora compiuti) mentre stava prestando il suo prezioso contributo presso la ditta tessile situata a Montemurlo per cui lavorava da circa un anno. Un posto di lavoro voluto ed ottenuto fortemente subito dopo gli studi superiori condotti a Pistoia. (ContoCorrenteOnline.it)

Luana, giovane mamma morta in fabbrica: indagine sui misteri di una tragedia

E’ assurdo morire così con le misure di sicurezza che ci sono”, prosegue Marchetti. O non hanno funzionato le sicurezze oppure non lo so”, riflette il signor Marchetti, collega della ragazza e amico della sua famiglia. (Leggilo.org)

E l’idea che un bambino di 5 anni non potrà più rivedere la sua mamma uscita la mattina per. E di vita davanti ne aveva ancora tanta Luana, se quel macchinario ieri non l’avesse trascinata mettendo fine per sempre alla sua esistenza. (tvprato.it)

A 17 anni era diventata mamma di Donatello, che con tutto l’amore che i bimbi sanno dare chiamava Luana «la mia mamma splendida». Prima di Luana a febbraio era toccato a Sabri Jaballah, schiacciato da una macchina apri-balle nella ditta tessile dove lavorava. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr