MotoGP, Francesco Bagnaia pronto a porre fine alla maledizione del numero "1"

MotoGP, Francesco Bagnaia pronto a porre fine alla maledizione del numero 1
Più informazioni:
OA Sport SPORT

Porre fine a una maledizione. Negli ultimi 30 anni, solo otto piloti hanno avuto l’onore di difendere il titolo mondiale di MotoGP con il numero “1” impresso sulla parte anteriore delle loro moto. I riferimenti vanno dall’australiano Mick Doohan, passando per Casey Stoner, Jorge Lorenzo, e arrivando a Francesco Bagnaia. L’elenco è completato dagli americani Wayne Rainey (1991-1993), Kevin Schwantz (1994), dallo spagnolo Alex Crivelle (2000) e dagli altri due statunitensi Kenny Robert Jr. (OA Sport)

Su altri giornali

E la scelta non è fortuita. Audi ha scelto l'incantevole cornice di Madonna di Campiglio per patrocinare il lancio dei nuovi team ufficiali Ducati per i mondiali MotoGP e Superbike del 2023. (La Gazzetta dello Sport)

Il vincitore del Motomondiale si mostra determinato: «So che non devo sedermi sull'eccezionale risultato dell'anno scorso, vincere è difficile e confermarsi lo è ancora di più. Pecco Bagnaia svela a Madonna di Campiglio la sua nuova Ducati, con cui correrà a partire dalla prossima stagione al fianco dell'amico e ora compagno di scuderia, Enea Bastianini. (ilgazzettino.it)

Dopo la presentazione della nuova livrea Ducati a Madonna di Campiglio, Bagnaia e Bastianini sono stati protagonisti di una fiaccolata sugli sci. Evento molto suggestivo, così come l'imperdibile gara di sci. (Sky Sport)

Dall'Igna: "Ducati sfida della vita. Bagnaia può fare il bis in MotoGP. Io nelle auto? chissà..."

Enea Bastianini, nuovo compagno di Pecco Bagnaia, e la responsabilità del ruolo di pilota ufficiale Ducati: "Qui si lavora in modo differente da quello cui ero abituato e c'è maggiore pressione, ma non avrò problemi a gestirla" (La Gazzetta dello Sport)

Ma del centauro riminese si è parlato a lungo anche in inverno per il suo approdo proprio al fianco di Bagnaia nel team ufficiale Ducati. Per Bastianini questa sarà la grande occasione per lottare ad armi pari con i suoi principali rivali per la conquista del titolo, possibilmente senza scatenare un dualismo eccessivo con l’attuale campione del mondo in carica. (FormulaPassion.it)

Le prime parole che ha pronunciato, appena salito sul palco del PalaCampiglio dove la Ducati presentava le moto del 2023 di MotoGP e Superbike, sono il suo manifesto: "Io sono uno a cui piace provare a vincere le sfide". (La Gazzetta dello Sport)

MotoGP, Francesco Bagnaia pronto a porre fine alla maledizione del numero "1"

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr