Draghi realista supera la divisioni

Draghi realista supera la divisioni
La Stampa INTERNO

Salvo poi pentirsene tutt’insieme, soprattutto la Lega, sull’onda delle pressioni dei governatori di centrodestra delle regioni del Nord, decisi a evitare a qualsiasi costo nuove chiusure imposte dalla possibile moltiplicazione dei contagi, proteggendo la stagione turistica invernale, lo shopping delle Feste e la ripresa economica appena cominciata

Umanità, compattezza, nessuna differenza di vedute nel consiglio dei ministri che ha introdotto la stretta sul Green Pass rafforzato: politicamente, è questo l’aspetto che Draghi sottolinea con legittima soddisfazione, dopo il lungo periodo in cui una parte della sua larga maggioranza (Salvini) e quasi tutta l’opposizione (Meloni) hanno flirtato con i No Vax. (La Stampa)

Su altre testate

Che proprio oggi li ha corteggiati gridando contro “il Natale” che “non sarà più uguale per tutti”. (Startmag Web magazine)

Non deve avere cedimenti o posizioni diverse… La mancanza di compattezza viene utilizzata come scusa per evadere l’obbligo”. Così, anche la frizione di ieri in Cdm tra Giorgetti e Gelmini va interpretata con le lenti giuste. (ZON.it)

Ma - giurano a Palazzo Chigi - nessuno sposava sinceramente la linea di Salvini. Tanto che per diverse ore ha rimbalzato tra i big del Carroccio e Palazzo Chigi la possibilità che la Lega disertasse il Consiglio dei ministri, un'eventualità politicamente piuttosto rilevante. (il Giornale)

Green pass rafforzato, «prevenire per non richiudere»

La prima è la chiara scelta politica che il governo ha voluto adottare, un vero e proprio cambio di passo: se è vero - come è - che il vaccino resta l'arma migliore per fronteggiare l'emergenza, non si può più chiedere pari sacrificio a chi si è vaccinato e a chi ha scelto di non farlo (La Repubblica)

Abbiamo paesi con tassi di vaccinazione molto alti come Italia, Spagna, Portogallo e spero che lì non sia necessario. Il ministro della Sanità uscente ha lanciato un terribile avvertimento, affermando che entro la fine dell'inverno "praticamente tutti in Germania saranno vaccinati, guariti o morti". (euronews Italiano)

Gli ambiti toccati sono quattro:. obbligo vaccinale e terza dose;. estensione dell’obbligo vaccinale a nuove categorie;. istituzione del Green pass rafforzato;. rafforzamento dei controlli e delle campagne promozionali sulla vaccinazione. (Diocesi di MIlano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr