Covid Veneto, Zaia: "Oggi 1.111 contagi". Dati 7 aprile

Covid Veneto, Zaia: Oggi 1.111 contagi. Dati 7 aprile
Adnkronos INTERNO

Sono 1.111 i nuovi contagi di coronavirus in Veneto secondo i dati del bollettino di oggi, 7 aprile, illustrati dal presidente della regione Luca Zaia.

Da ieri sono stati processati 43.966 tamponi, l'indice di positività è al 2,53%.

Si registrano altri 67 morti, che portano a 10.837 il totale dei decessi dall'inizio della pandemia di Covid-19.

Attualmente i positivi nella regione sono 35.537.

I pazienti in ospedale sono 2.298, in aumento di 11 unità rispetto a ieri: di questi, 1. (Adnkronos)

Su altre fonti

La percentuale dei positivi al Covid sui tamponi effettuati è del 5,13% In questo momento, l’età media del contagiato è 54 anni e i dati internazionali dicono che su 100 positivi almeno il 5-7% va in ospedale per cure intensive. (Qdpnews)

«Diamo la possibilità agli anziani delle Rsa di poter vedere i propri parenti, in sicurezza: sono stati vaccinati praticamente tutti, come gran parte del personale sociosanitario. La richiesta arriva da Anna Maria Bigon, vicepresidente della commissione Sanità a Palazzo Ferro Fini e consigliera del Partito Democratico, insieme al collega Andrea Zanoni. (VeronaSera)

Nella seconda ondata il rapporto è passato a 8 a 1 tra i pazienti in area non critica e quelli in terapia intensiva. I ricoverati negli ospedali del Veneto 2.268 (-30) rispetto a ieri di cui 321 pazienti Covid in terapia intensiva (-2) (TrevisoToday)

Zaia: «Il Veneto non farà vaccini AstraZeneca a chi ha meno di 60 anni»

Sono 35.537 i positivi ad oggi, in calo; 2.298 (+11) i ricoverati totali. A questo si aggiunge il problema dei richiami: se guardiamo i tedeschi il richiamo si fa con Pfizer o Moderna. (Il Giornale di Vicenza)

«Il problema è legato a quello che dirà oggi Ema rispetto ad AstraZeneca» Parlando poi dell’aumento dei ricoveri ha aggiunto:«Non sappiamo quando raggiungeremo il plateau, di certo tutto il mese di aprile lo facciamo in trincea. (Il Mattino di Padova)

Al momento, AstraZeneca è inoculato a cittadini tra i 16 e i 101 anni, se passeranno nuovi limiti «sarà come se ci fosse un taglio del 50% delle forniture - continua Zaia - Sapremo cosa accadrà dopo le 16 di oggi (mercoledì, ndr)» «Abbiamo i dati da zona gialla in questo momento con un Rt, secondo il calcolo provvisorio, a 0,96. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr