La scuola a un bivio: riforma strutturale o razionalizzazione dell'esistente

La scuola a un bivio: riforma strutturale o razionalizzazione dell'esistente
Tuttoscuola Tuttoscuola (Interno)

La stessa ministra Azzolina nella sua lettera alla comunità dice che “quella di settembre sarà una scuola innovativa e aperta, sarà una scuola radicata nel presente, ma con lo sguardo rivolto al futuro (…).

Su altri media

Spesso gestori di relitti architettonici con un palinsesto di ex qualcosa: ex cinema, ex caserme, ex palestre, ex ospedali. La questione ruota attorno alla necessità di garantire la distanza fisica tra gli alunni e i docenti e la sanificazione degli ambienti scolastici. (Corriere Etneo)

le nuove regole per il rientro in classe sono state approvate e finalmente c’è la data per l’inizio delle lezioni (lunedì 14 settembre). Per le famiglie, che in questi mesi hanno dovuto attrezzarsi con congedi parentali e bonus baby sitter viste le scuole chiuse, si tratta di una buona notizia poiché dal prossimo settembre, COVID-19 permettendo, i loro figli torneranno tra i banchi di scuola. (Gooruf)

Tale documento prevede "il distanziamento fisico (inteso come 1 metro fra le rime buccali degli alunni)", punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione. (Studio Cataldi)

Per gli studenti, per gli insegnanti e per le loro famiglie è un importante segnale". Ad annunciarlo, la Regione, al termine della riunione con cui la Conferenza delle Regioni ha dato il proprio assenso all’ordinanza del ministero dell’Istruzione con le linee guida per il ritorno a scuola. (LA NAZIONE)

Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani – Dichiarazioni ministro Azzolina e trasferimenti. Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani, prendendo atto delle dichiarazioni del ministro Azzolina, la quale ieri in conferenza stampa ha affermato: “Abbiamo bisogno di più docenti, possiamo assumere fino a 50 mila persone in più”; delle dichiarazioni del direttore aggiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) Ranieri Guerra alla stampa (durante Agorà, su Rai 3) da cui si evince “il paragone è con la Spagnola che si comportò esattamente come il Covid 19: andò giù in estate e riprese ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti durante la seconda ondata”, precisa quanto segue: in ragione della condizione di urgenza e dei finanziamenti previsti per potenziare l’organico della scuola, si richiede l’immediato rientro presso i propri nuclei familiari del personale docente richiedente trasferimento presso la città di residenza di riferimento. (La Valle Dei Templi)

La scelta universitaria ai tempi del Covid 19: no alla didattica a distanza! Il campione ha rispettato l’attuale distribuzione degli studenti della scuola, che vede una prevalenza dei licei, seguiti dagli istituti tecnici e dagli istituti professionali. (La Difesa del Popolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti