L'occupazione Usa rafforza la volatilità dei listini. In attesa della Fed

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

La crescita inferiore alle attese dei posti di lavoro creati dalla principale economia mondiale (210mila contro i 550mila attesi mediamente a novembre) rappresenta l’ennesimo tassello

Ascolta la versione audio dell'articolo. 3' di lettura. Mancava un dato sull’occupazione contraddittorio come quello diffuso oggi negli Stati Uniti per completare il mosaico di incertezze che si trovano ad affrontare i mercati in queste settimane che vanno a concludere un anno vissuto finora all’insegna della rincorsa per la maggior parte delle classi di investimento rischiose. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Di Geoffrey Smith. Investing.com - Azionario a due velocità a Wall Street dopo che i dati sulle buste paga non agricole hanno mostrato una perdita di 'verve' del mercato del lavoro Usa, sfidando le aspettative per un altro forte mese di guadagni di posti di lavoro. (Investing.com)

Tipo questa: «Ciò che non va per me sono le 110-120 ore di lavoro settimanali! Insomma, i ritmi di lavoro imposti da una delle regine del merchant banking Usa fanno apparire il reparto di inscatolamento di Amazon quasi come una spensierata bocciofila. (il Giornale)

Aumento dei salari che a novembre c’è stato infatti ma che, fortunatamente per chi paventa ulteriori fiammate di un’inflazione Usa già alta, ha rallentato il passo. Il problema della scarsità dell’offerta di lavoro, negli Stati Uniti, continua a persistere, e i dati di novembre lo confermano. (Finanzaonline.com)

Nello scorso anno la città è risultata la seconda peggiore in Italia, superata soltanto da Catania. Dal Rapporto Rota emerge un dato allarmante che riguarda la città di Torino: il capoluogo piemontese ha risentito degli effetti della pandemia sul piano dell’occupazione, una situazione che ha generato un diffuso clima di incertezza. (Torino Top News)

(Teleborsa) - Cresce meno delle attese il mercato del lavoro in USA a novembre. Il dato è peggiore delle aspettative anche nel settore privato: sono stati aggiunti 235 mila posti di lavoro contro previsioni di aumento di 530 mila posti e rispetto ai 628 mila rivisti di settembre. (Il Messaggero)

Partenza sopra la parità per gli indici di Wall Street, nonostante i dati sul mercato del lavoro a novembre abbiano deluso le aspettative. Il Dow Jones inizia le contrattazioni al rialzo dello 0,34%, l'S&P 500 dello 0,41% e il Nasdaq dello 0,14%. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr