Le Borse europee rimbalzano dopo il lunedì in rosso per effetto Evergrande Da FinanciaLounge

Investing.com ECONOMIA

Il petrolio sale di un punto circa: il scambia attorno ai 71 dollari al barile, il a 74.

Tokyo viaggia su un ribasso di oltre il 2%, subisce l’effetto Evergrande dopo la giornata di chiusura di ieri.

Il fallimento di questo colosso non riguarderebbe solo la Cina poiché ad essersi affidati ad Evergrande ci sono anche investitori stranieri istituzionali e non

Sono aumentati anche gli investimenti nel settore non solo da parte degli investitori istituzionali, anche dai cittadini, dai lavoratori e risparmiatori cinesi. (Investing.com)

Se ne è parlato anche su altri media

Il rapporto long-short dei migliori trader evidenzia attività di acquisto. Per misurare con precisione il posizionamento dei trader professionisti, gli investitori dovrebbero monitorare il rapporto long-short sui principali crypto exchange. (Cointelegraph Italia)

I mercati, quindi, mostrano ancora nervosismo e volatilità: che succede oggi? Il timore è che possa verificarsi un fallimento disordinato del colosso cinese immobiliare, portando a conseguenze negative su tutti i settori esposti, quali banche e l’economia in generale. (Money.it)

Dal tonfo immobiliare in Cina alla crisi economica mondiale. La grave situazione di Evergrande colpisce uno dei settori chiave dell’economia cinese, sotto osservazione a livello mondiale per il rischio di una bolla: il comparto immobiliare. (Money.it)

Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari durata tedesco è infatti indicato a 100 punti base rispetto ai 103 punti base della chiusura del 20 settembre. Tonica la Borsa di Milano con il FTSE MIB spinto subito al rialzo da utility e petroliferi (in scia alla risalita del greggio oltre i 71 dollari al barile). (Il Sole 24 ORE)

Rimane a rischio fallimento il colosso immobiliare cinese Evergrande, ma il titolo, dopo il -10% di ieri, oggi limita le perdite attorno al 2% con il presidente che cerca di rassicurare mercati e clienti: “Usciremo presto dai giorni più bui”. (Rai News)

Non è Lehman. Molti media hanno descritto il caso Evergrande come la nuova "Lehman cinese", ma tra i due casi ci sono sostanziali differenze Ora, l'obiettivo per la società è cercare di ripagare questo giovedì $ 83,5 milioni d'interessi relativi al prestito obbligazionario con scadenza al marzo 2022. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr