Coronavirus, in Puglia 43 decessi e 1.255 casi: nuovo picco di persone ricoverate, sono 2.297

Coronavirus, in Puglia 43 decessi e 1.255 casi: nuovo picco di persone ricoverate, sono 2.297
La Repubblica INTERNO

Con queste cifre gli attualmente positivi (casi totali meno decessi e guariti) salgono a 50.729.

Sono 1.255 i nuovi casi di infezione da covid-19, a fronte di 15.730 test effettuati, secondo i dati diffusi nel bollettino del 7 aprile.

I nuovi tamponi positivi rispetto a tutti quelli effettuati - compresi quelli di controllo - rappresentano il 7,98 per cento, poco più di 7 punti in meno rispetto alla percentuale della scorsa settimana. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

151.177 sono i pazienti guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 207.367 così suddivisi:. (La Voce di Manduria)

50.755 sono i casi attualmente positivi. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti (BarlettaLive.it)

La provincia di Bari si attesta attorno al 5,5%, in calo rispetto al 7% circa della precedente rilevazione. L'area con il maggior incremento è la provincia di Lecce con un valore di poco superiore all'8 per cento mentre in coda vi è la Bat con un valore di poco sopra il 5 per cento. (BariToday)

Coronavirus, la campagna vaccinale è un flop: Puglia ultima regione d'Italia per efficienza

151.177 sono i pazienti guariti. 80.842 nella Provincia di Bari;. 20.271 nella Provincia di Bat;. 15.202 nella Provincia di Brindisi;. 37.910 nella Provincia di Foggia;. 19.910 nella Provincia di Lecce;. (BarlettaViva)

A poche ore dall’esito del monitoraggio della Cabina di regia del Governo, la Puglia ha infatti ridotte speranze di retrocedere all’arancione, come confermato anche dalla stessa Regione. La Puglia paga i ritardi della campagna vaccinale, la meno efficace in Italia secondo lo studio YouTrend, i troppi ricoveri in terapia intensiva e un sistema sanitario sempre di più al collasso (Il Quotidiano Italiano - Bari)

A pesare nel bilancio negativo sono le dosi inoculate alla fascia di età 70-79 anni (3% contro la media nazionale del 15%) e i vaccini nella rsa (69% contro la media nazionale dell’84%). Distante dalla media nazionale (55) e lontanissima dal primo posto del Veneto (76). (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr