11 settembre 2001, “America sotto attacco”: così Bush lo scoprì

11 settembre 2001, “America sotto attacco”: così Bush lo scoprì
Per saperne di più:
Reportage online ESTERI

E in fondo alla classe, di fronte al presidente, i rappresentanti degli organi di stampa che seguivano la visita.

E che ripresero il momento in cui il capo di gabinetto della Casa Bianca, Andy Card, avvicinò Bush per parlargli sottovoce.

“Dovevo dare a Bush un messaggio che il presidente non si sarebbe aspettato di sentire e che era praticamente incredibile”, ha ricordato Card nello stesso documentario

E io sto ascoltando un bambino leggere”, ricorda Bush nel documentario. (Reportage online)

Su altre testate

E' quanto ha detto George Bush nel discorso pronunciato oggi a Shanksville, Pennsylvania, per ricordare le vittime dell'11 settembre 2001. esteri. (Adnkronos) - "Venti anni fa tutti abbiamo scoperto, in modi e in posti diversi ma allo stesso momento, che le nostre vite sarebbero cambiate per sempre". (SassariNotizie.com)

E alle 20:30, Bush fu finalmente in grado di rivolgersi alla nazione dalla Casa Bianca Mentre l’Air Force One sorvolava il Golfo del Messico, l’equipaggio apprese che la Casa Bianca aveva ricevuto una minaccia anonima che diceva: “Angel (nome in codice per l’Air Force One) è il prossimo”. (Reportage online)

E’ quanto ha detto George Bush nel discorso pronunciato oggi a Shanksville, Pennsylvania, per ricordare le vittime dell’11 settembre 2001. (Il Sannio Quotidiano)

Venti anni fa, Bush: “…L'America è sotto attacco!” - La Voce dell'Isola

“Dovevo dare a Bush un messaggio che il presidente non si sarebbe aspettato di sentire e che era praticamente incredibile”, ha ricordato Card nello stesso documentario E che ripresero il momento in cui il capo di gabinetto della Casa Bianca, Andy Card, avvicinò Bush per parlargli sottovoce. (Il Sannio Quotidiano)

"E poi vedo la stampa in fondo all'aula che comincia a ricevere lo stesso messaggio che ho ricevuto io. "Dovevo dare a Bush un messaggio che il presidente non si sarebbe aspettato di sentire e che era praticamente incredibile", ha ricordato Card nello stesso documentario (SassariNotizie.com)

“Durante una crisi è veramente importante darsi un contegno e non panicare e allora ho aspettato il momento opportuno per lasciare l’aula. “E poi vedo la stampa in fondo all’aula che comincia a ricevere lo stesso messaggio che ho ricevuto io. (La Voce dell'Isola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr