Blackout energetico, Bifarini: "Ecco i presupposti per la tempesta perfetta"

Lo Speciale ECONOMIA

Ilaria Bifarini, giovane economista e web influencer e autrice di successo di libri economici, ultimo Il Grande Reset, parla a Lo Speciale del pericolo blackout totale e di perché potrebbe ancora accadere.

Inoltre è stato fortemente ridotto l’investimento in esplorazioni per nuovi giacimenti di gas e petrolio a livello globale, salvo alcune eccezioni

Ormai avere una visione misurata e reale di ciò che accade nel mondo e nelle nostre vite è pressoché impossibile. (Lo Speciale)

Su altri giornali

Si fa presto a dire che le rinnovabili contribuiranno a salvare l'Italia dai rincari dell'energia. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

La crisi energetica in Europa diviene sempre più preoccupante e l’abbandono delle fonti fossili in favore della transizione verde non sembra essere stata programmata con la dovuta accortezza. I paesi dell’Est, infatti, hanno contestato l’incapacità dell’Unione Europea nel contrastare la speculazione finanziaria e il rialzo dei prezzi. (InvestireOggi.it)

Il passaggio a politiche ambientali eco friendly mostra il fianco ad enormi problemi, tra i quali un rischio blackout importante. Rischio blackout, in Europa questa è una bomba ad orologeria che potrebbe esplodere in qualsiasi momento. (INRAN)

Se l’inverno europeo continuerà ad essere particolarmente freddo, le riserve di gas naturale potrebbero non bastare per soddisfare la domanda. Quindi, le esportazioni di gnl – gas naturale liquefatto – sono diminuite. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

La Francia invece, portabandiera di una transizione energetica europea a-la-nucléaire, sta facendo i conti con imprevisti problemi alla sua flotta di reattori. Queste saranno in grado di immettere negli impianti europei circa 6,5 milioni di tonnellate di Gnl entro fine mese, contro i circa 400 milioni di tonnellate bruciati nel corso del 2020. (Wired Italia)

Quindi, le esportazioni di gnl – gas naturale liquefatto – sono diminuite. Difatti, la Russia potrà dettare le sue condizioni ad un’Europa alla disperata ricerca di gas naturale. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr