Evasione dai domiciliari: di questa accusa deve rispondere un 20enne cagliaritano, residente a Sestu, di fatt

Evasione dai domiciliari: di questa accusa deve rispondere un 20enne cagliaritano, residente a Sestu, di fatt
L'Unione Sarda.it INTERNO

L'arrestato è stato riaccompagnato dai carabinieri a casa in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida

Evasione dai domiciliari: di questa accusa deve rispondere un 20enne cagliaritano, residente a Sestu, di fatto domiciliato a Villasimius.

In realtà era stato regolarmente autorizzato dalla competente Autorità Giudiziaria ad uscire di casa ma solo per il tempo strettamente necessario per un’udienza a suo carico. (L'Unione Sarda.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Hanno trovato pieno accoglimento nella valutazione dell’Autorità Giudiziaria, i riscontri dell’attività di controllo dei poliziotti della Squadra Volante agli ordini del vicequestore Giacomo Cimarrusti della Questura di Catanzaro diretta da Mario Finocchiaro. (CatanzaroInforma)

Secondo le ricostruzioni fatte dagli inquirenti, la vittima avrebbe tentato di difendere un suo amico prima di essere accoltellato a morte (Rai News)

Datori di lavoro che garantivano anche vitto e alloggio in un appartamento confinante con la ditta, sovraffollato e in uno stato igienico-sanitario più che degradato h 13:14 commenti. Agli arresti domiciliari per sfruttamento del lavoro continua a gestire l'attività: portata in carcere. (notiziediprato.it)

Rissa a Formia, ai domiciliari per omicidio il 16enne di Caserta

Il suo aggressore aveva con sé un coltello, non era in giro per una passeggiata”, ha aggiunto. Il Tribunale dei Minorenni di Roma, dopo aver convalidato il fermo, ha disposto per il ragazzo della provincia di Caserta, accusato di omicidio, gli arresti domiciliari. (Il Faro Online)

Ora è accusato di omicidio preterintenzionale e non volontario e così è stato scarcerato. POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Valeria Mella trovata morta: l’ultimo messaggio prima della scomparsa. Rissa Formia, perché Camillo è stato scarcerato. (Ck12 Giornale)

«Siamo sgomenti: come famiglia ci saremmo aspettati ben altre notizie - spiega proprio lo zio di Romeo - Sarà trasferito quindi dal centro d’accoglienza minorile di via Virginia Agnelli, al Portuense, nella sua abitazione a Casapulla, in provincia di Caserta. (Corriere Roma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr