Etna, si avvicina un nuovo parossismo: il vulcano pronto a regalare l’ennesimo spettacolo notturno [FOTO LIVE]

Etna, si avvicina un nuovo parossismo: il vulcano pronto a regalare l’ennesimo spettacolo notturno [FOTO LIVE]
Stretto web INTERNO

22 Febbraio 2021 22:18. Il tremore vulcanico è in aumento: l’Etna si prepara al quinto parossismo degli ultimi sei giorni. Ha regalato spettacolo in modo costante negli ultimi giorni, l’Etna sarà protagonista anche questa notte.

I vulcanologi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania (Osservatorio Etneo), sono come sempre molto attenti nel monitoraggio della situazione in tempo reale. (Stretto web)

La notizia riportata su altri giornali

Non è raro, ma non è usuale la sua presenza nelle eruzioni del vulcano attivo più alto d’Europa: i magmi rilevati sull’Etna negli ultimi decenni sono stabilmente di tipo basaltico. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Meteo CRONACA DIRETTA VIDEO: ETNA in ERUZIONE, Forti BOATI e Fontane di LAVA ALTISSIME. Le IMMAGINI. Etna in eruzione nella notte tra Sabato 20 e Domenica 21 febbraio, si tratta del quarto parossismo in soli 6 giorni. (iLMeteo.it)

Il magma 'primitivo'. Il termine 'primitivo' indica un magma la cui composizione è poco cambiata rispetto a quella del mantello terrestre dove si sono formati. Di nuovo nel 2007-2008 con un volume di magma "primitivo" che è arrivato circa un mese dopo l'inizio dell'eruzione di fianco del 2008-2009, nel 2013 e nel 2015 (Sky Tg24)

Etna: nuovo parossismo, fontane lava alte 1 km e nube cenere

Il VIDEO in alto L’incremento dell’attività stromboliana è stato registrato dall’Ingv a partire dalla mezzanotte di Martedì 23 Febbraio. (iLMeteo.it)

In particolare si studia la composizione del magma. Studiosi al lavoro per comprendere l'andamento e il significato delle eruzioni dell'Etna di questi giorni. (TGS)

La localizzazione della sorgente permane al di sotto del Cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2.800 metri al di sopra del livello del mare. L'ampiezza media del tremore, che segnala il movimento del magna nei condotti interni del vulcano, dopo la fase di incremento, alle 05:40 ha subito una riduzione, raggiungendo il livello medio dove tuttora permane. (ansa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr