Il richiamo di Moderna piega anche le varianti

Ticinonline ECONOMIA

La terza via prevede invece l'utilizzo di un candidato multivalente - mRNA-1273.211 - che combina in un unico siero i due preparati precedenti.

E i risultati presentati oggi si riferiscono ai primi due: un richiamo effettuato con una dose del suo vaccino originale o un richiamo effettuato con la versione mRNA-1273.351, sviluppata su misura per contrastare il ceppo di origine sudafricana.

Dati «incoraggianti» per il Ceo di Moderna, Stéphane Bancel, e che «rinnovano la nostra fiducia sul fatto che la nostra strategia di richiamo sia efficace nel fronteggiare queste nuove varianti»

Moderna sta valutando tre diversi approcci di richiamo nella propria strategia. (Ticinonline)

La notizia riportata su altri giornali

La piattaforma mRNA di Moderna, ha aggiunto, "permette una rapida progettazione di candidati vaccini che incorporano mutazioni chiave del virus, permettendo potenzialmente un più rapido sviluppo di futuri vaccini alternativi abbinati alle varianti, qualora fossero necessari". (ilmessaggero.it)

Che conferma: presto arriverà il nuovo farmaco contro le varianti più pericolose. Il vice presidente di Moderna Italia, il vittoriese Andrea Carfì: “Presto un nuovo farmaco contro le varianti più pericolose”. (RagusaOggi)

Attraverso i furgoni SDA, corriere di Poste Italiane, sono in consegna altre 19.300 dosi complessive del vaccino Moderna, in collaborazione con l’Esercito Italiano. Nella giornata di domani (venerdì 7 maggio), infatti, alcuni mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere, prenderanno in carico le scatole contenenti i vaccini Moderna, per raggiungere le loro destinazioni finali. (CesenaToday)

Carfì mostra poi una via d'uscita: "Occorre da un lato monitorare con molta attenzione le varianti in circolazione. Ma chi si è già vaccinato quando potrà ricevere la somministrazione del vaccino "anti-varianti"? (Liberoquotidiano.it)

In questo modo potremo coinvolgere almeno con la prima dose un numero maggiore di persone” Voglio comunque sottolineare che la Lombardia è l’unica, insieme ad altre due regioni, ad avere mantenuto e superato i target”. (MBnews)

Il programma delle consegne fino al 3 giugno dei farmaci Pfizer, AstraZeneca, Moderna e Johnson & Johnson. In meno di un mese, da qui al 3 giugno, l’Umbria attende circa 204 mila dosi di vaccino anti Covid. (TuttOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr