'Migranti, gas e petrolio: Turchia ricatta Europa'/ Gabanelli: 'Erdogan vuole soldi'

'Migranti, gas e petrolio: Turchia ricatta Europa'/ Gabanelli: 'Erdogan vuole soldi'
Il Sussidiario.net ESTERI

E ora che le emergenze si sono moltiplicate, la sua politica è diventata quella di esternalizzare il controllo delle frontiere europee”.

Infatti, nei fondali del Mediterraneo orientale, dal 2010, sono stati scoperti enormi giacimenti di gas naturale.

La Turchia sta ricattando l’Europa, utilizzando argomentazioni attinte da situazioni di crisi umanitaria (migranti) o alla gestione delle risorse (gas e petrolio). (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri giornali

l presidente Recep Tayyip Erdogan ha affermato che affrontare il cambiamento climatico e i problemi ambientali non solo può essere lasciata solo ad alcuni paesi, ma è imperativo che tutti i paesi si assumano le proprie responsabilità. (TRT)

“Il nostro Paese, che ospita circa 5 milioni di rifugiati, non può sostenere un nuovo carico migratorio proveniente dall’Afghanistan”, ha affermato Erdogan, stando a quanto riporta Hurriyet, aggiungendo: “È inevitabile che anche i Paesi europei siano colpiti dalla pressione migratoria a cui la Turchia sarà esposta dai suoi confini meridionali e orientali”. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

a comunità internazionale non puo’ permettersi il lusso di voltare le spalle al popolo afghano. Il mantenimento della stabilità nel paese porta un’importanza molto critica al livello non solo regionale ma anche internazionale. (TRT)

Erdogan: "Abbiamo dato il via alla rivoluzione dello sviluppo verde"

“La migrazione è un problema globale”, ha detto Erdogan augurandosi che “stabilità e sicurezza” vengano ristabilite in Afghanistan quanto prima ed esprimendo la volontà di “dare ai talebani la direzione affinché formino un governo inclusivo” “La Turchia non può permettersi un nuovo flusso di migranti dall’Afghanistan, ne sarebbero colpiti anche i Paesi europei”: lo afferma il presidente turco Recep Tayyip Erdogan nella riunione straordinaria del G20 sull’Afghanistan. (Ticinonews.ch)

atan titola: "La Turchia ha avviato la rivoluzione dello sviluppo verde" e riporta che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha affermato che la Turchia ratificando l'accordo di Parigi sul clima, ha avviato la rivoluzione dello sviluppo verde. (TRT)

Continueremo il nostro sviluppo preservando l'equilibrio della natura, che ci è affidato da Allah, e facendo un uso ragionevole delle sue opportunità. Erdogan affermando che con questa decisione hanno dato il via alla rivoluzione dello sviluppo verde, che è il primo obiettivo della loro visione 2053, che considerano l'eredità più importante che lasceranno ai giovani, ha aggiunto:. (TRT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr