RIPARTONO LE ASSUNZIONI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Redazione AriaMediterranea INTERNO

Presentata dal Ministro Brunetta, la nuova piattaforma per le assunzioni PA, che affiancherà i percorsi ordinari di reclutamento, sarà dedicata agli alti profili da inserire nelle amministrazioni con percorsi di inserimento rapidi.

Il Dipartimento della Funzione pubblica ha già programmato i concorsi con modalità semplificate per l’assunzione di 6.303 unità

La riforma della Pubblica Amministrazione rappresenta una delle più ardue sfide per il Governo Draghi e, in attesa che l’UE dia il via alle risorse previste per il PNRR, nel testo si parla di altri percorsi di reclutamento, oltre a quello ordinario del concorso. (Redazione AriaMediterranea)

Su altre testate

Milano, 7 giu. (LaPresse)

«Non ci faccia caso», esordisce Renato Brunetta, ministro per la Pubblica amministrazione, «sto potando le rose sfiorite perché ricrescano». Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (ilmattino.it)

Lo ha detto il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, in un’intervista al quotodiano Il Messaggero. Significa che in quattro o cinque anni avremo un impatto di mille miliardi sulla nostra economia e sul nostro Pil…” (BlogSicilia.it)

Portale Reclutamento Pa, partnership con Linkedin. Diventerà così più facile per la Pubblica Amministrazione attingere profili specializzati e iscritti negli elenchi. Il grande vantaggio è che si arriverà ad avere una «banca dati dei fabbisogni, delle competenze e dei profili del personale pubblico» (Ultim'ora News)

Cgil, Cisl e Uil vedono di buon occhio, seppure con qualche distinguo, l’infornata di assunzioni, mirate ai progetti del Recovery plan, voluta dal ministro Renato Brunetta. Un’occasione importante per svecchiare gli uffici e alzare il livello di competenze della Pubblica amministrazione. (Il Messaggero Veneto)

Il portale sarà "il luogo dove si realizzerà l'incontro tra domanda e offerta di lavoro pubblico" e garantirà, si legge, "la massima digitalizzazione e la massima trasparenza di ogni selezione" vedrà la luce entro l'estate con le prime funzionalità e poi andrà a regime, con il rilascio del sistema e la migrazione verso il cloud, entro il 2023. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr