Il Governo proroga fino al 2 agosto il taglio delle accise. Poi cosa succederà?

Moto.it ECONOMIA

Gli italiani se ne sono resi conto e da più parti si chiede un'ulteriore riduzione.

La speranza era che il governo, oltre a prorogare il taglio riducesse di ulteriori 10 cent le accise

Il taglio di 30 centesimi si era reso necessario dopo l'impennata dei prezzi a seguito del conflitto in Ucraina.

Di fatto ora siamo tornati ai livelli pre taglio con benzina e diesel ben oltre i 2 euro al litro.

La proroga del taglio delle accise sarebbe dovuta terminare l'8 luglio, ma il Governo ha già decretato un'ulteriore proroga fino al 2 luglio. (Moto.it)

Su altri giornali

Va peggio per il gasolio, il cui prezzo sale del 37,5% su base annua con un maggiore costo per il pieno di 27,7 euro”. Decisamente più alto, poi, il prezzo del servito: 2,209 euro al litro per la benzina e 2,179 euro al litro per il diesel (Motori.it)

I riflessi per l’autotrasporto sono addirittura negativi perché le imprese di autotrasporto, da una parte, sono soffocate dai prezzi fuori controllo dell’incerta distribuzione del carburante in extra-rete e, dall’altra, dall’impossibilità di utilizzare il beneficio del recupero trimestrale delle accise. (Sardegna Reporter)

Furio Truzzi, presidente nazionale di Assoutenti ha dichiarato: "Le speculazioni sui carburanti hanno di fatto vanificato la riduzione delle accise Nei giorni scorsi tale proroga voleva essere estesa fino a settembre, aumentando addirittura l'aiuto a 35 centesimi al litro. (Liberoquotidiano.it)

Benzina, cosa succede dopo il 02 agosto. Benzina e diesel rischiano di tornare ai livelli conosciuti fino a pochi giorni fa. Ed ecco i prezzi sulle autostrade: benzina self service 2,201 euro/litro (servito 2,404), gasolio self service 2,186 euro/litro (servito 2,402), Gpl 0,989 euro/litro, metano 2,699 euro/kg, Gnl 2,099 euro/kg (iLoveTrading)

Lo sapremo quando sarà il momento».La richiesta di carburante, tuttavia, rimane altissima. «Il rimborso da parte della Regione terrà conto dei prezzi del carburante nel mese di fatturazione - spiega Cane. (La Sentinella del Canavese)

“Da quando è iniziata la guerra, nonostante l'intervento del Governo, sia il gasolio che la benzina hanno già superato la soglia di 2 euro anche in modalità self, un litro di benzina, secondo i dati ufficiali del Mite, costa oltre 21 cent in più, con un rialzo dell'11,5%, pari a 10 euro e 68 cent per un pieno da 50 litri, mentre il gasolio è maggiore di oltre 28 cent al litro, con un balzo del 16,5%, pari a 14 euro e 18 cent a rifornimento”, evidenzia Dona (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr