Sfide, prospettive e possibilità dei farmaci per l’Alzheimer

Sfide, prospettive e possibilità dei farmaci per l’Alzheimer
Corriere della Sera SALUTE

L’approvazione di un nuovo farmaco da parte della Food and Drug Administration negli Stati Uniti ha suscitato reazioni contraddittorie.

Facciamo un parallelo con il passato: all’inizio degli anni Duemila ci fu l’introduzione di nuovi farmaci rivelatisi poi modestissimi per capacità terapeutiche.

«Da molti anni lo scenario delle cure della malattia di Alzheimer non ha visto novità di rilievo.

«Il nuovo farmaco dovrà essere approvato in Europa, poi in Italia

Dopo l’introduzione nella pratica clinica degli inibitori delle colinesterasi, ormai molti anni orsono, non sono state identificate molecole efficaci. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

“Per i medici, gli operatori e gli infermieri è indispensabile tenere buoni i rapporti con le famiglie. Questa caratteristica diventa fondamentale negli ambienti in cui vivono le persone con demenza, in quanto è noto che ambienti percepiti come non piacevoli non vengano utilizzati in maniera spontanea (ilSaronno)

Si procederà con la presentazione della funzione dei centri diurni nel mantenimento delle funzioni cognitive residue e nel rallentamento della malattia. Gli eventi sono organizzati in collaborazione con il gruppo artistico ZiccArte di Campobasso, che sposando il progetto, ci sostiene regalandoci performance artistiche e culturali. (Il Quotidiano del Molse)

L’anno scorso l’Alzheimer Disease International ha segnalato Il Paese Ritrovato come un esempio ed un modello di eccellenza nell’ambito del design a cui far riferimento sia in campo nazionale che internazionale Il Paese Ritrovato è un cittadina che accoglie 64 persone con Alzheimer e rappresenta una struttura che rivoluziona il concetto di cura. (MBnews)

Torna la 'Settimana dell'Alzheimer': appuntamenti anche a Mirandola

“I dati sull'impatto del Covid sulle persone con demenza – sottolinea l'associazione Alzheimer Trento – e sui loro caregiver hanno confermato che il 60% delle persone colpite ha subito un peggioramento dei disturbi comportamentali preesistenti o la comparsa di nuovi sintomi neuropsichiatrici. (il Dolomiti)

Innanzitutto, la genetica è importante, perché chi ha parenti con l’Alzheimer potrebbe avere un rischio maggiore di contrarlo Questi sono i fondamentali aspetti da considerare per prevenire l’Alzheimer. (Proiezioni di Borsa)

Durante tutta la settimana sono in programma diverse iniziative in collaborazione con i Comuni, le Unioni dei Comuni e con le tante associazioni attive sul territorio. (SulPanaro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr