Dmitrij Muratov, NOBEL PER LA PACE 2021, dedica il suo premio alla scrittrice Anna Stepanovna Politkovskaja

Dmitrij Muratov, NOBEL PER LA PACE 2021, dedica il suo premio alla scrittrice Anna Stepanovna Politkovskaja
Un libro tira l'altro ovvero il passaparola dei libri ESTERI

Dmitrij Muratov, NOBEL PER LA PACE 2021, dedica il suo premio alla scrittrice Anna Stepanovna Politkovskaja e agli altri collaboratori del suo giornale rimasti uccisi.

Ma chi era Anna Stepanovna Politkovskaja?

ECCO CHI ERA ANNA STEPANOVNA POLITKOVSKAJA.

Il merito è di Anna Stepanovna Politkovskaja, di Igor Domnikov, di Jura Shchekochikhin, di Nastja Baburova, di Natasha Estemirova, di Stas Markelov. (Un libro tira l'altro ovvero il passaparola dei libri)

Ne parlano anche altri media

Che cosa accadrà da qui al 10 dicembre, quando il premio sarà consegnato nella cerimonia di Oslo che tornerà in presenza, lo vedremo Sono i giornalisti Maria Ressa, 58 anni appena compiuti, filippina di nascita ma cittadina statunitense, e Dmitry Andreyevich Muratov, 60 il 30 ottobre, russo, i due vincitori del premio Nobel per la Pace 2021. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Pochi giorni prima, era stata fermata dalla polizia filippina. Rivediamo l'intervista Condividi. I video più visti di Rainews.it (Rai News)

Secondo il comitato, il giornale di Muratov è “l’unico giornale veramente critico con influenza nazionale in Russia oggi”. A qualcuno tuttavia il premio a Muratov ha fatto storcere il naso. (ticinolive)

Maria Ressa e Dmitry Muratov Premio Nobel per la Pace 2021

Il Premio Nobel per la pace 2021 è stato assegnato a due giornalisti: Maria Ressa e Dmitry Muratov per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, vista come «una precondizione cruciale per la democrazia e una pace duratura», per «la democrazia e la protezione contro guerre e conflitti». (Ansa)

E' difficile - sottolinea Gramaglia - comprendere l'altro quando si resta intrappolati nel proprio mondo, nelle proprie condizioni Muratov è il terzo russo a ricevere il Nobel per la Pace dopo Andrey Sakharov e Mikhail Gorbaciov. (Vatican News)

prof. Romano Pesavento. presidente CNDDU La circolazione delle idee è importante e il dissenso soprattutto quando è supportato da indagini e prove deve trovare facoltà di espressione. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr