Generali, al via il confronto in vista del rinnovo del consiglio di amministrazione

Generali, al via il confronto in vista del rinnovo del consiglio di amministrazione
Corriere della Sera ECONOMIA

Considerando il peso dei fondi e i numeri in consiglio, la partita di Del Vecchio e Caltagirone va costruita guardando all’assemblea

Finanza Caltagirone-Del Vecchio, patto di consultazione sulle Generali di Redazione Economia. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone sono contrari alla riconferma di Donnet e chiederanno discontinuità.

Mediobanca resta convinta che la lista del board sia la strada giusta per continuare a migliorare la governance delle Generali. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Schierato, di fatto,c’era l’intero board, escluso solo l’amministratore delegato, e alla fine il mantenimento dello status quo ha prevalso a maggioranza. 3' di lettura. Dodici consiglieri presenti, tre membri contrari (Francesco Gaetano Caltagirone, Romolo Bardin e Paolo di Benedetto) e uno astenuto (Sabrina Pucci). (Il Sole 24 ORE)

In questo primo round di discussione, però, Del Vecchio e Caltagirone non sono riusciti a far prevalere il loro orientamento, favorevole a un cambiamento al vertice. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Anche per Mario Greco (ceo di Zurich), che potrebbe rispondere alla perfezione all’identikit, la strada appare in salita. Generali: spuntano nomi Balbinot, Morelli, Greco, Del Fante. Per la guida di Generali i pattisti dovranno scegliere un candidato per la successione a Donnet e già nei giorni scorsi erano circolati alcuni nomi, fra cui quello dell’ex ad Sergio Balbinot e anche l’ex amministratore delegato di Banca Mps, Marco Morelli, passato ad Axa. (Finanza Report)

Generali, Caltagirone aumenta quota di ulteriore 0,11%, sale sopra 6% Da Reuters

Il board si riunirà il 27 settembre per deliberare ufficialmente l'avvio dei lavori per la presentazione della lista del cda. Questi ultimi sostengono che, in questa situazione, la lista del cda altro non sarebbe che una lista di Piazzetta Cuccia. (ilGiornale.it)

E più di ogni altra cosa, vorrebbe trasformare Generali in una public company, cioè una società dall’azionariato diffuso, in cui nessuno comanda e tutti comandano. Gli italiani Caltagirone e Del Vecchio vorrebbero cacciare il francese Donnet per impedire che questi consegni Generali a un colosso assicurativo come Axa, anch’esso francese. (InvestireOggi.it)

Il logo Generali a Milano. Caltagirone e Leonardo Del Vecchio lo scorso sabato hanno annunciato di aver stretto un patto di consultazione in vista del rinnovo del board della compagnia triestina, che impegna i due investitori a consultarsi prima del voto. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr