Netanyahu l'imperatore | Rivlin affida l'incarico di formare nuovo governo a Netanyahu

Netanyahu l'imperatore | Rivlin affida l'incarico di formare nuovo governo a Netanyahu
Zazoom Blog ESTERI

Attraverso il fidatissimo bau bau, gli USA guidano sapientemente il post elezioni israeliano per arrivare al loro obbiettivo:primo ministro.

Leggi su periodicodaily. (Di martedì 6 aprile 2021) Ed ecco il barbatrucco di cui ho scritto ieri, era impensabile chenon tornasse al timone di Israele.

Si ma a guida statunitense In un

: un po’ Putin stile?

(Zazoom Blog)

Ne parlano anche altri giornali

Israele, Rivlin affida l'incarico di formare nuovo governo a Netanyahu (Di martedì 6 aprile 2021) Il presidente israeliano, Reuven Rivlin, ha affidato l'incarico di formare un nuovo governo al premier uscente Benjamin Netanyahu, che può contare su 52 seggi contro i 45 del leader dell'opposizione . (Zazoom Blog)

Lapid, 57 anni, lunedì sera ha chiesto la formazione di un governo ampio senza il primo ministro. Lapid ha offerto a Naftali Bennett del partito di estrema destra Jamina una coalizione per ruotare come primo ministro (Calcio .video)

A Netanyahu dovranno essere sufficienti 28 giorni per mettere insieme una coalizione di governo. Se anche questa dovesse fallire, il nuovo Parlamento si scioglierebbe e Israele tornerebbe al voto, per la quinta volta in poco più di due anni (Vatican News)

Israele: il presidente Rivlin affida l’incarico di formare il governo a Netanyahu, che è sotto processo

Altra alternativa, per lo meno inedita: Mansour Abbas ed il suo partito arabo-israeliano Raam, che si è aggiudicato 4 seggi. Il presidente israeliano Reuven Pivlin ha designato il premier Benjamin Netanyahu (al potere da ben 15 anni) per scegliere la nuova compagine destinata ad amministrare il paese. (RSI.ch Informazione)

“Ho offerto a Bennett un governo di unità nel quale lui potrebbe essere il primo a rotazione tra noi due. Aprendo le consultazioni, il capo di Stato ha ribadito l’intenzione di dare l’incarico a colui che ha maggiori possibilità di successo nel mettere insieme una coalizione di governo. (L'agone)

L’esito delle urne – Israele è uscito dalle elezioni di marzo – le quarte in due anni – senza una maggioranza chiara “Non è stata una decisione facile”, ha aggiunto Rivlin riferendosi al fatto che Netanyahu sia sotto processo per corruzione, frode e abuso di potere in tre distinte inchieste giudiziarie. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr