Covid, da Israele una nuova cura: "Si basa su 3 vecchi farmaci"

Covid, da Israele una nuova cura: Si basa su 3 vecchi farmaci
QUOTIDIANO NAZIONALE SALUTE

Ma oggi arriva, da Israele, dove la Delta è ormai predominante, anche una buona notizia sulle cure contro il Coronavirus.

Secondo Arkin, "in circostanze normali circa la metà delle cellule sarebbe morta dopo 2 giorni dal contatto con il virus".

Roma, 20 luglio 2021 - Tutto il mondo si focalizza sui vaccini anti Covid, in una corsa accelerata dalla famigerata variante Delta.

Bollettino Coronavirus del 21 luglio. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altri media

Secondo Arkin, "in circostanze normali circa la metà delle cellule sarebbe morta dopo 2 giorni dal contatto con il virus". Inoltre, secondo il lavoro che ha esaminato oltre 3mila farmaci per verificarne l'efficacia anti-Covid, ci sono buone possibilità che questi farmaci siano efficaci contro le varianti del coronavirus pandemico (Adnkronos)

L’Asl Toscana sud est aveva previsto di effettuare le due dosi a chi avesse contratto l’infezione da almeno nove mesi, aderendo a un’interpretazione estensiva della circolare del 3 marzo 2021 del ministero della Salute sulla “Vaccinazione dei soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-Cov-2”, raccordandosi con la Regione Toscana. (LA NAZIONE)

Nei reparti di area medica sono ricoverati 1.194 pazienti Covid con sintomi, mentre altri 165 sono assisti in terapia intensiva In 4.115.889 sono guariti o sono stati dimessi (1.760 nelle ultime 24 ore), mentre 127.884 sono deceduti. (Il Fatto Quotidiano)

Covid, alta efficacia protettiva da 3 "vecchi" farmaci: la scoperta

Né più, né meno di quanto fatto con i vaccini, insomma. Si attende ancora una valutazione dello studio da parte di un gruppo di esperti. (Ticinonline)

In 4.118.124 sono guariti o sono stati dimessi (2.235 nelle ultime 24 ore) e 127.905 sono deceduti. Per il momento i saldi ingressi-uscite dai reparti di area medica sono stabili (+2 posti letto occupati) e le terapie intensive fanno segnare -7 pazienti assistiti in un giorno da 9 ingressi. (Il Fatto Quotidiano)

I farmaci in questione sono il “Darapladib, usato attualmente per il trattamento dell’aterosclerosi, l’antitumorale Flumatinib e un medicinale per l’Hiv“. Secondo il nuovo studio condotto in Israele, che ha preso in esame oltre 3mila farmaci per verificarne l’efficacia anti-Covid, ci sono buone possibilità che questi farmaci siano efficaci contro le varianti del coronavirus (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr