JESI / Bacci: «Dove è vissuto e dove vive il segretario del Pd?»

QDM Notizie INTERNO

«Jesi anestetizzata?

E non parlo di quanti, legittimamente, la pensavano in maniera contraria e lo hanno testimoniato in forma anche critica ma correttamente»

Così il sindaco Massimo Bacci in risposta all’intervento del segretario del Pd di Jesi, Stefano Bornigia.

Sì, come tutte le città d’Italia, come l’intero Paese se ha la bontà di guardare statistiche e indagini demografiche.

Non so con che coraggio passa affermare questo il segretario del Pd. (QDM Notizie)

Ne parlano anche altri giornali

Draghi condanna violenze, avanti con vaccini. Meloni: vicinanza a Cgil e forze ordine, Lamorgese inadeguata. (TG La7)

"Questi intollerabili atti di violenza, che derivano da una matrice squadrista, contro la Camera Generale del Lavoro, ci preoccupano fortemente in quanto richiamano tempi bui quali quelli del ventennio fascista - prosegue la nota - A seguito di questi incresciosi eventi, domani (oggi ndr), parteciperemo in segno di solidarietà all’assemblea straordinaria convocata in via Boito, alle ore 10.00, dal sindacato. (SavonaNews.it)

Per fare il punto della situazione l’altra sera gli esponenti della sinistra Pd si sono riuniti a Pontecchio (fra i presenti Azzalin, Montagnolo, Zaninello, Murciano, Salvaggio, Osti, Ghirotto). Ed ora i dem si preparano alla fase congressuale, entro gennaio per quel che riguarda la segreteria veneta, a seguire si celebreranno i congressi provinciali e di circolo. (La voce di Rovigo)

Firenze, 10 ottobre 2021 - Era da tempo che non gli capitava un post voto del genere. Potete sicuramente brindare in piazza del Campo e sul lungomare napoletano e sotto le Due torri bolognesi, ma presto dovrete scegliere. (LA NAZIONE)

Per me è meglio la solitudine e l’umiliazione dell’esilio alla sciatteria di un congresso tragicomico Ora che l’autonomia del PD valdostano passa in cosa alla mediazione fra potere unionista e interessi del PD romano, ogni margine è svanito. (Valledaostaglocal.it)

Grande attenzione sarà posta all’area dei padiglioni ospedalieri dismessi, in parte di proprietà comunale ed in parte di proprietà dell’Azienda Sanitaria, che, secondo noi, dovranno mantenere una destinazione di utilità pubblica (Livorno Press)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr