Uso del contante: dal 1 gennaio del 2022 nuova soglia e nuove sanzioni

Tiscali Notizie ECONOMIA

La nuova soglia dei pagamenti – si legge su AdnKronos - era già prevista da tempo, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge numero 157 del 2019, come ricorda laleggepertutti.it.

Quindi, è stato ufficializzato che per i contanti cambia la soglia dei pagamenti portandola da 1.999,99 euro a 999,99.

La soglia all’uso dei contanti. La nuova soglia dei contanti dal 1° gennaio 2022, fissata a 999,99 euro, viene applicata per qualsiasi tipo di pagamento, cioè di passaggio di denaro tra persone fisiche o giuridiche. (Tiscali Notizie)

Se ne è parlato anche su altre testate

In pratica, sui contanti cambia la soglia dei pagamenti allo scopo di ridurre il più possibile il rischio di operazioni in nero. La precisione è importante perché può costare una sanzione: pagare 999,99 euro in contanti dal primo giorno del 2022 è lecito, pagare 1.000 euro, cioè un centesimo in più, no. (La Legge per Tutti)

L’importante è che la somma in contanti resti sempre al di sotto del limite di 999,99 euro. Ora, con il limite a 999,99 euro dal 1° gennaio 2022 il minimo edittale scenderà a 1.000 euro (ROMA on line)

Queste regole cambieranno allo scoccare del 1° gennaio del 2022 e non saranno piacevoli. Tutti noi sappiamo che attualmente non sono possibili transazioni in contanti per cifre superiori ai 1.999 euro. (Proiezioni di Borsa)

In entrambi i casi, il limite dei pagamenti in contanti è rispettato. Fino al 31 dicembre 2021, quando operava la soglia di 2.000 euro, la sanzione minima era fissata a 2.000 euro (La Legge per Tutti)

Ora, con il limite a 999,99 euro dal 1° gennaio 2022 il minimo edittale scenderà a 1.000 euro Questo è l’obiettivo dell’entrata in vigore, il 1° gennaio 2022, dei nuovi limiti all’uso di banconote. (Il Faro online)

La nuova soglia sui pagamenti in contanti. Insomma, il piano cashless per incentivare i pagamenti tracciabili va avanti. Si potrà tranquillamente fare un acquisto e 1.800 euro e pagarlo per metà con la carta e l'altra metà in contanti. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr