Cingolani annuncia, "quasi 10 miliardi contro il caro bollette"

L'HuffPost ECONOMIA

Sono le risorse possibili per mitigare il caro bollette che il governo sta valutando di usare, oltre all’aumento della produzione nazionale di gas.

Le ha illustrate oggi il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in audizione alla Commissione Industria del Senato.

Sul lungo periodo, ha proseguito Cingolani, per calmierare il caro energia l’Italia deve accelerare sulle rinnovabili

“Non credo che potremo tirare fuori soldi cash ogni trimestre per le bollette, come abbiamo fatto finora - ha detto Cingolani -. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri giornali

Un solo dato in questo momento: sbloccando gli impianti eolici fermi sul tavolo del ministero, si realizzerebbero 20 Giga Watt che equivarrebbero a 12 centrali nucleari". Lo ha detto Angelo Bonelli dei Verdi in una dichiarazione. (Il Giornale d'Italia)

“È auspicabile l’apertura di un tavolo anche a Palazzo Chigi – aggiunge – Famiglie, artigiani e imprese hanno bisogno di risposte rapide”. Ma il tema è ‘caldo’ per tutti i partiti, tanto che prima del Cdm potrebbe esserci una cabina di regia con tutta la maggioranza (Calabria 7)

Sul tavolo ci sarebbe un piano di tagli strutturali, quindi a lungo termine, per un valore di 10 miliardi all’anno, ma anche maggiori investimenti sul metano. (The Italian Times)

Secondo diverse indiscrezioni le misure pensate dagli esperti potrebbero giungere già oggi, 20 gennaio, sul tavolo del Consiglio dei ministri Potrebbe ammontare a 4 miliardi di euro l'intervento che il Governo è pronto a mettere in campo per contrastare il tanto discusso aumento delle bollette di luce e gas visto a inizio 2022. (Il Giornale d'Italia)

Nel 2000 consumavamo 71 miliardi di metri cubi di gas e ne producevamo 16,8 nostri, dai nostri giacimenti; c'è stato poi il picco di 86 miliardi di consumo totale di gas nel 2005; nel 2020 siamo scesi a 70 miliardi, quindi come nell'anno 2000, con la differenza però che ne produciamo 3 di miliardi». (Il Messaggero)

Ci sarà probabilmente un provvedimento “tampone” per calmierare i prezzi energetici, quindi, nelle prossime settimane, si cercheranno altre soluzioni per alleggerire le bollette. Ma un’alternativa, proposta dal ministro della Transizione Ecologica Cingolani, è quella di tassare gli extra-profitti delle società energetiche, che ovviamente non sono d’accordo. (Tiburno.tv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr