G7 al via in Cornovaglia: leader mondiali sfidano il Dragone

G7 al via in Cornovaglia: leader mondiali sfidano il Dragone
QuiFinanza ESTERI

Ieri la vigilia del G7 è stata dominata dal bilaterale di Biden con il padrone di casa Boris Johnson.

Ricompattare l’Occidente. “Rafforzare l’alleanza e mandare un messaggio a Russia e Cina: il legame tra Stati Uniti ed Europa è molto stretto e il G7 comincerà ad agire”.

Il G7 è unito e determinato a proteggere e promuovere i nostri valori e rafforzare il multilateralismo”.

Non è un caso che il piano per la ripresa che verrà approvato dal G7 è definito “La Via della Seta delle democrazie”

Sarà questo il leitmotiv che accompagnerà il G7 a guida britannica che si apre oggi in Cornovaglia (QuiFinanza)

Su altri giornali

Argomento caldo la distribuzione di vaccini ai Paesi poveri; obbiettivo renderne disponibili 1 miliardo nei prossimi mesi Domenica si concluderà il vertice ed è molto probabile che ci sarà una richiesta decisa e convinta all’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). (Virgilio Notizie)

I leader di Australia, India, Corea del Sud e Sudafrica parteciperanno ad alcune delle sessioni come paesi ospiti. Alla fine del vertice, i leader dovrebbero adottare un comunicato congiunto. (Open)

Oggi ne parlerà in un incontro bilaterale con il presidente degli Stati Uniti Biden che già si è detto sulla stessa lunghezza d'onda (TGLA7)

Di cosa si discute al G7

Più in generale, la preoccupazione dei leader della Ue è che il G7 non finisca per trasformarsi in una specie di piattaforma anti-cinese. Lo scontro Londra-Ue è un grattacapo anche per Joe Biden, venuto in Europa per ricostruire quei ponti che Trump aveva bruciato dietro di sé. (Corriere della Sera)

Il premier britannico: "Con Joe una ventata di aria fresca" "Stati Uniti arsenale di dosi nel mondo" Biden e Johnson firmano la rinnovata Carta atlantica. (La Repubblica)

Oltre all’Italia, ne fanno parte Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti, più l’Unione europea. Secondo Euractive, i leader del G7 potrebbero uscire dal vertice con la promessa di donare circa un miliardo di vaccini a tutte le nazioni più povere (Wired Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr