Spostamenti tra le Regioni. Proroga del divieto fino al 31 marzo?

Spostamenti tra le Regioni. Proroga del divieto fino al 31 marzo?
Blogo.it INTERNO

Il divieto agli spostamenti tra le Regioni, complice la diffusione delle varianti del virus in tutto il Paese, sarà prorogato di un mese, fino al 27 marzo 2021.

Manca soltanto l’ufficialità, che arriverà domani dopo il Consiglio dei Ministri, ma la decisione sarebbe già stata presa.

L’altro punto è quello su cui la Regioni insistono da settimane, da quando il governo di Giuseppe Conte era ancora in carica. (Blogo.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Il Consiglio dei ministri, riunito in mattinata di lunedì 22 febbraio, ha infatti dato il via libera ad una misura che era nell'aria da giorni. (il Dolomiti)

Covid e nuovo decreto: gli spostamenti. Tra le misure approvate oggi dal Consiglio dei ministri nel nuovo decreto Covid resta prevista, nelle zone gialle e arancioni, la possibilità di spostarsi una sola volta al giorno verso un’altra abitazione privata abitata. (Thesocialpost.it)

Decreto Covid, spostamenti tra regioni ancora vietati. Il governo ha prolungato fino al prossimo 27 marzo: novità per la zona rossa. La legge che vieta gli spostamenti tra regioni e province autonome diverse da quelle di residenza o domicilio è stata prolungata di un mese circa. (Vesuvius.it)

Spostamenti fra regioni vietati fino al 27 marzo. I governatori chiedono ristori immediati

Il provvedimento proroga, dunque, anche la regola che limita gli spostamenti verso le abitazioni private a due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni. Questa la misura approvata oggi dal Consiglio dei ministri nel nuovo decreto Covid che conferma le limitazioni nelle zone gialle e arancioni, comprese quelle di orari e numero di persone per gli spostamenti per le visite private. (ciociariaoggi.it)

E’ arrivata nella tarda serata di ieri la decisione da parte del CTS e del Governo di prorogare il divieto degli spostamenti fra le regioni per 30 giorni ovvero sino al 27 marzo prossimo. Insomma, ristori tempestivi a qualsiasi livello per le categorie penalizzate dalle chiusure sia nazionali che locali. (Valseriana News)

Gli enti territoriali hanno chiesto chiarezza a proposito dei ristori contestuali alle chiusure, della revisione dei parametri che determinano la divisione in fasce colorate, dell’ampliamento della cabina di regia sulla pandemia ai ministeri economici e un’accelerazione sui vaccini. (La Voce Apuana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr