Caso Saman Abbas, la paura nell’ultimo audio al fidanzato: «Ho sentito che dicono “uccidiamola”»

Caso Saman Abbas, la paura nell’ultimo audio al fidanzato: «Ho sentito che dicono “uccidiamola”»
Per saperne di più:
Open INTERNO

Una condanna a morte, già scritta.

La trasmissione Chi l’ha Visto ha diffuso un messaggio audio della ragazza pakistana di 18 anni inviato al fidanzato: «Ho sentito che dicono uccidiamola, una cosa del genere».

Una condanna che però la madre avrebbe cercato di dissimulare: «Non parliamo di te, ma di una ragazza che è scappata in Pakistan», le avrebbe detto.

La voce di Saman Abbas però si sente senza nessuna interferenza. (Open)

La notizia riportata su altri giornali

Il fidanzato di Saman Abbas ha parlato delle minacce che, ormai da mesi, lui e la sua famiglia ricevono dal padre della diciottenne scomparsa. (Leggilo.org)

L’uomo, che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con la vittima durata tre mesi ed interrotta il mese precedente, aveva raggiunto la donna sul luogo del delitto, per poi abbandonarla esanime ai margini di una radura dopo aver asportato il denaro contante che la stessa aveva con sé e due cellulari, che aveva poi portato egli stesso a Novara, dove la giovane abitava (LaPresse)

Saman, Annalisa Chirico travolge femministe e sinistra: perché si devono vergognare. Danish Hasnain era stato chiamato da Shabbar, il padre della diciottenne: "Saman è scappata ancora.". Saman risponde: "Voglio solo andare via e non voglio sposare nessuno" (Liberoquotidiano.it)

Saman, quell’ultimo messaggio al fidanzato per proteggerlo: “Ho detto ai miei che tra noi è finita”

Nel corso della puntata il giovane ha svelato ulteriori dettagli sulla vicenda Il fidanzato di Saman ha confidato: “Lei mi ha detto: ‘Se fra uno o due giorni non ti chiamiamo vai subito dai carabinieri e dici per favore ai carabinieri di andare a casa e vedere dov’è Saman'”. (Corriere dello Sport.it)

Un audio drammatico, l’ultimo registrato da Saman Abbas al suo fidanzato, prima di scomparire nel nulla. Mercoledì intanto è stato estradato in Italia dalla Francia Ikram Ijaz l’unico degli indagati che finora è stato arrestato. (Tuscia Web)

Saman dunque voleva proteggere non solo se stessa ma anche il fidanzato, sapeva che qualcosa non andava, sapeva di essere in pericolo. Il suo racconto sarà fondamentale per confermare quanto ricostruito finora dagli inquirenti in attesa che le campagne della Bassa Emilia riconsegnino il corpo di Saman (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr