Regioni, se ne sentono di tutti i colori

Regioni, se ne sentono di tutti i colori
lasiciliaweb | Notizie di Sicilia INTERNO

Dissidi insomma anche se tutte le regioni concordano su una comunicazione tempestiva delle misure

Dalle 120 mila dosi previste a febbraio si passerà a 90-95 mila: è l’incidenza in Sicilia del taglio sulle forniture.

Le Regioni hanno chiesto un cambio di passo sulle norme che determinano i colori, per evitare i continui cambi, legando le decisioni a parametri più oggettivi.

Razza: “Modificare meccanismo delle fasce, ristorazione troppo penalizzata”. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri media

Quindi immediate fasce rosse lì dove si presentano i focolai come successo in Umbria soprattutto ma anche in Lombardia ″È fondamentale rimanere a casa il più possibile” afferma l’Istituto superiore di sanità. (L'HuffPost)

Nella zona arancione è vietato consumare cibi e bevande all’interno di bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie e gelaterie Cambiano anche le regole per gli spostamenti tra zona arancione e zona gialla. (Ultim'ora News)

Una battaglia dei diritti che Maria Sole porta avanti anche per le migliaia di altre donne che vivono la sua stessa situazione. Per aiutare Maria Sole, è possibile firmare qui il suo appello affinché il Parlamento emani una legge sulla gestazione per altri (GPA) (Vanity Fair Italia)

Un anno dopo il paziente uno a Codogno: le immagini

CHERATINA. «La cheratina è una proteina presente con una percentuale intorno all’80% all’interno della struttura del capello. La cheratina, infatti, altro non è che una proteina già presente nel nostro organismo e fondamentale per la struttura del capello, ma che con il passare degli anni tende a scarseggiare. (Vanity Fair Italia)

Viene ricoverato e mentre si ricorrono le notizie sul suo stato di salute, aumentano i casi, giorno dopo giorno. Oggi, un anno dopo quel 21 febbraio 2020, c’è un’immagine che racconta Codogno e la vita di adesso meglio di tutte le altre. (Vanity Fair Italia)

Nonostante alcuni dubbi che potevano far propendere per un cambio di colore più restrittivo, Lombardia e Lazio restano gialle. In linea generale nelle zone rosse ci si può spostare da casa solo per motivi di lavoro, salute, urgenza. (AlVolante)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr