Mercato Europa: l'emorragia non si ferma

Automoto.it ECONOMIA

A luglio e ad agosto registrano una perdita tutti i canali di vendita sul 2020: le società a luglio si fermano all’1,9% di quota (-25,2% rispetto a luglio 2020), e ad agosto scendono all’1,4% (-34,7% sul 2020)

Francia. Prosegue la caduta del mercato francese che a luglio segna un pesante calo (-35,3% sul 2020), mentre ad agosto, con 88.065 immatricolazioni, si ferma a -15%; il cumulato da inizio anno si attesta a 1.126.543 immatricolazioni, +12,8% sul 2020 e - 23,3% sul 2019. (Automoto.it)

Su altre testate

I marchi. Unici marchi a crescere ad agosto rispetto allo stesso mese del 2020 sono stati Alpine (+135,5%), Lexus (+14,1%) e Mazda (+7,3%) I paesi. Guardando nel dettaglio alle immatricolazioni nei principali 4 mercati in Europa, la Germania ha preso ad agosto il 23%, la Francia ha chiuso con -15%, Italia -23,7% e Spagna -28,9%. (l'Automobile - ACI)

Mentre nel totale da inizio anno gli stessi paesi hanno registrato rispettivamente una crescita del 2,5%, 12,8%, 30,9% e 12,1%. Ad agosto il mercato dell’auto europeo (Unione europea+paesi Efta+Regno Unito) ha registrato un calo del 18,1%. (l'Automobile - ACI)

Immatricolazioni auto, forti perdite. I quattro principali mercati dell’UE hanno mostrato tendenze simili, registrando tutti forti perdite. Stellantis, -29,4% immatricolazioni auto agosto in Europa. Il gruppo Stellantis ad agosto ha venduto in Europa (Ue+Efta+Gb) 122.836 auto, il 29,4% in meno rispetto allo stesso mese del 2020. (Imola Oggi)

Il mercato dell’auto in Europa ha continuato a registrare cali notevoli nelle vendite durante i mesi estivi, complici le difficoltà economiche legate alla pandemia ma anche la grave crisi dei microchip. (PartsWeb)

Nonostante la sottoperformance rispetto al mercato europeo dell'auto in borsa il titolo Stellantis in borsa sale dell'1,40% a 17,582 euro Mentre nei primi otto mesi dell'anno le immatricolazioni di nuove auto del gruppo sono salite del 14,8% a 1,684 milioni di auto. (Notizie - MSN Italia)

Quanto all’andamento nei primi otto mesi dell’anno, questo si presta ad una duplice interpretazione. Ad agosto, nell’area Ue + Efta, le immatricolazioni sono diminuite del 18,1% (622.993 unità), penalizzate dalla performance negativa dei principali mercati continentali: Spagna (-28,9%), Italia (-27,3%), Germania (-23,0%) e Francia (-15,0%) hanno infatti deluso. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr