Studente trans chiede cambio del nome. La scuola tergiversa. Il caso finisce in Parlamento – L'Arno.it

Studente trans chiede cambio del nome. La scuola tergiversa. Il caso finisce in Parlamento – L'Arno.it
L'Arno.it INTERNO

Il giovane, sostenuto dai genitori, ha chiesto l’attivazione della “carriera Alias”, ossia che la scuola riconosca la nuova identità e lo iscriva con il suo nuovo nome, diverso da quello che risulta all’anagrafe.

Quanto al no iniziale la dirigente spiega: “La mia perplessità era solo nei tempi e nei modi, proprio perché sapevo che questo tipo di percorso era una novità assoluta.

“La nostra – spiega a La Stampa Samuele Badalassi, uno dei rappresentanti degli studenti – è una scuola molto grande e non ci conosciamo tutti. (L'Arno.it)

Su altri media

Davanti alle titubanze dell’istituto, gli studenti hanno risposto con grande solidarietà che ha portato all’occupazione delle aule. “La nostra – racconta lo studente a La Stampa – è una scuola molto grande e non ci conosciamo tutti. (Live Sicilia)

Ma lo racconta come un passaggio fastidioso, e inevitabile, di un ben più impegnativo percorso che ha intrapreso tre anni fa. «Sicuramente continuo ad aver paura anche a camminare per strada: non mi nascondo, questo mai, però un po’ di paura ce l’ho (Corriere della Sera)

Gli studenti italiani sono in prima linea sulle questioni di genere e stanno portando a scuola il dibattito sull'identità sessuale spingendo presidi e insegnanti a prendere posizione. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site. (Elle)

Pisa, “Liceo discrimina studente trans”/ Preside: “carriera alias? Situazione nuova”

Ma la scuola, nella figura della preside, è titubante, così per solidarietà i compagni di classe minacciano l’occupazione e fanno convocare il consiglio di istituto. Succede a Pisa, al liceo Ulisse Dini, dove il 17enne Geremia ha deciso, appoggiato dalla famiglia, di attivare la carriera alias non riconoscendosi più nel proprio corpo. (CorriereUniv.it)

La dirigente scolastica del liceo Dini di Pisa, è finita nell’occhio del ciclone in seguito alle accuse dei propri studenti. Secondo questi ultimi, la preside non avrebbe accettato il percorso di transizione di uno studente del suo istituto. (La Tecnica della Scuola)

«Il nostro Liceo discrimina uno studente trans»: è pesante l’accusa formulata dai rappresentanti degli studenti del Liceo Dini di Pisa, che trova l’immediata pacata “difesa” della preside Adriana Piccigallo, «Una situazione che per la nostra scuola è nuova». (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr