Renzi: “Persa un'occasione. Enrico uomo delle tasse. Noi argine alla Meloni”

Renzi: “Persa un'occasione. Enrico uomo delle tasse. Noi argine alla Meloni”
Italia Viva ESTERI

Invece l'unica cosa che ha saputo dire Letta delle tasse è che ne metterà una nuova di successione

Presidente Renzi, alla fine Carlo Calenda ha stretto l'accordo con il Pd.

In ogni caso so che adesso a Fratelli d'Italia e dintorni stanno brindando».

So solo che Emma Bonino non l'ho confermata ministro degli Esteri nel 2014 e sono convinto di aver fatto la cosa giusta.

Ora dopo la scelta di Letta e di Calenda, la vittoria della destra è più facile e più corposa». (Italia Viva)

Se ne è parlato anche su altre testate

E pensare che ieri mattina moltissimi, a cominciare da Letta, erano convinti che Calenda fosse andato all’incontro decisivo, nel gruppo Pd della Camera, per rompere. Risultato: «Abbiamo reso – incalza Calenda – più competitivo il fronte repubblicano: io leader dello schieramento liberale e popolare, ed Enrico leader dello schieramento democratico e progressista (ilmattino.it)

. “Ho chiesto che ci siano i punti che interessano alla Lega, quindi lo stop alla legge Fornero, l’avvio di Quota 41, lo stralcio delle cartelle, la flat tax aumentata anche ai lavoratori dipendenti e i nuovi decreti sicurezza”, ha detto il leader della Lega (Sardegna Reporter)

"La destra - ha sottolineato - non è più quella che abbiamo conosciuto fino al 2018, che era guidata da un partito del PPE Non potevamo accettarlo", ha aggiunto Calenda sottolineando che nel programma "c'è una cornice atlantista ed europeista che è la premessa di tutto. (Italia Oggi)

Il testo integrale dell'accordo tra Azione/Più Europa e Partito Democratico

IL RETROSCENA L'accordo in stallo, così l'intesa è in. E lancia un appello: «Voglio fortissimamente l’intesa con Fratoianni e Bonelli perché sono tantissime le cose che ci uniscono. (ilmessaggero.it)

Roma, 3 ago. (askanews) – L’eventuale premier di un governo di centrosinistra “lo decideremo insieme, non c’è un criterio automatico. Anche perchè lo confesso apertamente: la speranza che possa rimanere Mario Draghi io credo accomuna sia me che Enrico Letta”. (Agenzia askanews)

Partito Democratico e Azione/Più Europa siglano questo patto perché considerano un dovere costruire una proposta vincente di governo fondata sui seguenti punti. Le parti condividono e si riconoscono nel metodo e nell’azione del governo guidato da Mario Draghi. (Pagella Politica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr