Liberata la religiosa colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argori

Liberata la religiosa colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argori
Altri dettagli:
Avvenire ESTERI

Il rapimento era stato rivendicato da uno dei gruppi jihadisti attivi nel Maghreb.

"In questi anni la Farnesina e la nostra intelligence hanno operato silenziosamente ma costantemente, in raccordo con le controparti maliana e colombiana, fino ad acquisire le informazioni che hanno portato alla sua liberazione", si legge nella nota della Farnesina, "Suor Cecilia è apparsa provata dalla lunga detenzione ma in buone condizioni"

Liberata la religiosa colombiana Gloria Cecilia Narvaez Argori - Frame del video diffuso dai sequestratori nel 2017. (Avvenire)

Ne parlano anche altre testate

Petronin ha raccontato di aver passato la maggior parte della sua prigionia assieme alla suora colombiana, in diversi campi, fino a quando erano state separate pochi giorni prima della sua liberazione L'annuncio della liberazione diffuso dalla Farnesina, mette fine a una lunga prigionia durata più di quattro anni. (ilmessaggero.it)

Suor Argori è, tra l’altro, la religiosa riconducibile al caso di Cecilia Marogna, la donna “esperta di intelligence”, attualmente sotto inchiesta in Vaticano insieme all'ex cardinale Angelo Becciu ed altre otto persone Lo ha comunicato la Farnesina. (L'Unione Sarda.it)

Le preghiere dei cristiani del Mali. . Dopo quattro anni e otto mesi, dunque la prigionia di suor Narvaez è finita e la religiosa è arrivata la notte scorsa a Roma. (Vatican News)

Maccalli e la preghiera per suor Gloria, via per spezzare le catene

La liberazione della suora colombiana è stata confermata all'Afp dall'arcivescovo di Bamako, monsignor Jean Zerbo, che ha assicurato che la religiosa «sta bene» Una religiosa francescana colombiana, suor Gloria Cecilia Narvaez, rapita nel febbraio 2017 dai jihadisti in Mali, è stata rilasciata. (La Stampa)

La religiosa era stata sequestrata nel centro nord del Mali da terroristi legati ad Al Qaeda. Dopo quattro anni suor Gloria Cecilia Narváez Argoti è libera. (la Repubblica)

Gioia, gioia, gioia. Due situazioni simili nella drammaticità del sequestro, diventato poi esperienza profonda di fede. Benedetta Capelli – Città del Vaticano. “Gioia, gioia, gioia”. (Vatican News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr