genoa, il destino di shevchenko sembra già segnato

genoa, il destino di shevchenko sembra già segnato
Altri dettagli:
Sport Mediaset INTERNO

Il club rossoblù, che ha sotto contratto anche Ballardini e Maran, pensa a un profilo di primo piano come Bruno Labbadia, 56 anni, tedesco ma di origini italiane.

Mercato ora per ora. A prescindere da come andrà stasera in Coppa Italia contro il Milan,. A prescindere da come andrà stasera in Coppa Italia contro il Milan, il destino di Andriy Shevchenko sarebbe già segnato: le strade col Genoa si separeranno. (Sport Mediaset)

La notizia riportata su altre testate

Una dichiarazione ormai di molti anni fa, ma che emerge dal passato e viene sbandierata in chiave maliziosa dai doriani, tanto che sul fronte rossoblù non è stata gradita. (Primocanale)

L’ex allenatore della nazionale ucraina potrebbe anche non avere l’onore di sedere sulla panchina rossoblù stasera, visto che sta ancora spettando l’esito del tampone negativo al Covid. Inoltre, come riporta Tuttosport, lunedì contro la Fiorentina ci sarà un altro allenatore a guidare il Genoa, e anche per questo è complicato immaginare una formazione titolare, visto che i liguri sono alle prese anche con diverse defezioni tra positività ed infortuni. (fiorentinanews.com)

Decisiva la buona prestazione offerta dal Genoa in Coppa Italia contro il Milan, nonostante la sconfitta per 3-1 maturata ai supplementari e la conseguente eliminazione. La sua posizione resta in bilico, ma il tecnico ucraino sarà ancora in panchina nel posticipo della 22a giornata, lunedì 17 gennaio sul campo della Fiorentina (Virgilio Sport)

Genoa, Bruno Labbadia: il tecnico vicino ai rossoblù ma con la Sampdoria nel cuore

Allenare è un mestiere duro, se non ci sono risultati rischi. Le cose non stanno andando per il verso giusto ma anche tecnici famosi hanno vissuto momenti così difficili e pure l’onta dell’esonero. (Calcio News 24)

Un aiuto in questo arriverebbe se la Polonia offrisse a Sheva la panchina da ct Raggiunto l’accordo con Labbadia (due anni di contratto con opzione per il terzo), pronto a firmare. (Calciomercato.com)

In quell’occasione aveva chiesto al mister quale fosse la sua squadra del cuore: la risposta fu “la Sampdoria” (in realtà chiamata con il suo nome internazionale, ossia “Sampdoria Genoa”). A quanto pare, infatti, la squadra del cuore del tecnico (almeno per quanto riguarda l’Italia) sarebbe proprio di Genova… ma quella “sbagliata”, ossia la Sampdoria. (Genova24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr