Vaccini, svolta Gran Bretagna: via liibera a somministrazione fra 12-15 anni

Vaccini, svolta Gran Bretagna: via liibera a somministrazione fra 12-15 anni
Rai News INTERNO

Vaccini, svolta Gran Bretagna: via libera a somministrazione fra 12-15 anni. Condividi. Il governo britannico si appresta a rovesciare il parere negativo dei consulenti del Joint Committee on Vaccination (Jcvi) sull'allargamento dei vaccini anti Covid a bambini e ragazzi fra 12 e 15 anni sullo sfondo della riapertura delle scuole.

Lo anticipa la Bbc, indicando che la formalizzazione potrebbe arrivare a sorpresa domani da Boris Johnson, dopo il responso consegnato oggi dai chief medical officer delle 4 nazioni del Regno: più favorevole di quello del Jcvi. (Rai News)

Su altre testate

Sono queste le misure annunciate dal premier Boris Johnson, le armi del governo britannico nella "campagna d'inverno" per affrontare la pandemia. Terza dose dalla prossima settimana La terza dose o richiamo del vaccino, preferibilmente sieri a mRNA come Pfizer o Moderna, inizierà a essere offerta e somministrata già a partire dalla prossima settimana. (Sky Tg24 )

Il governo britannico ha annunciato che prevede di vaccinare con una terza dose circa 30 milioni di persone. Secondo i dati resi noti da Downing Street, i decessi e i ricoveri in Inghilterra si sono mantenuti relativamente stabili nel corso dell'ultimo mese. (Tiscali Notizie)

- LONDRA, 16 SET - C'è anche la prospettiva di una possibile convocazione di elezioni politiche anticipate nel Regno Unito a metà 2023, un anno e mezzo prima della scadenza naturale delle legislatura fissata sulla carta per la fine del 2024, dietro l'operazione rimpasto condotta ieri dal primo ministro Tory, Boris Johnson, all'insegna di una mezza rivoluzione nella compagine. (Gazzetta di Parma)

Johnson, un rimpasto di governo per ripartire

Ma se la situazione dovesse peggiorare ci sarebbe il “Piano B” con obbligo di mascherine e Green pass per una serie di luoghi al chiuso. Si tratta del cosiddetto "Piano B", che prevede l'obbligo di indossare la mascherina, l'introduzione del Green Pass per una serie di luoghi al chiuso, come i pub affollati, e il ricorso allo smartworking. (Fanpage.it)

Con l’arrivo della stagione fredda l’Inghilterra ha deciso di seguire una strategia diversa dall’Italia. L’infettivologo Andreoni: «Fare come loro sarebbe un grave errore. La certificazione verde è uno strumento che si basa su dati scientifici» (La Stampa)

È l'occasione per una ripartenza, con una nuova fase che si apre nella lotta al Covid, la Brexit dietro le spalle ma ancora causa di strascichi pericolosi e l'imbarazzante ricordo del (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr