Omofobia, il ddl Zan fa un passo avanti. Ma la strada è in salita

Omofobia, il ddl Zan fa un passo avanti. Ma la strada è in salita
Il Manifesto INTERNO

«Dispiace che il presidente Ostellari abbia ritenuto di assumere il ruolo di relatore – ha replicato la senatrice dem, Monica Cirinnà -.

E Laura Boldrini, che alla Camera aveva presentato un analogo provvedimento, poi confluito nel ddl Zan: «Il fatto che il leghista Ostellari nomini se stesso come relatore è un atto di prepotenza per perdere altro tempo.

Entro il mese di maggio il ddl sarà incardinato in Commissione giustizia. (Il Manifesto)

La notizia riportata su altre testate

Arriva il sì alla calendarizzazione dalla Commissione giustizia Il relatore leghista Ostellari annuncia però un «ampio dibattito».In un comunicato a tratti ambiguo i vescovi italiani ribadiscono le loro perplessità. (La Verità)

I Vescovi italiani scendono nuovamente in campo a proposito del ddl Zan volto a contrastare l'omotransfobia. Fra gli altri, proprio il ddl Zan, che ha ottenuto 13 voti favorevoli e 11 'no' (contrario tutto il centrodestra). (la Repubblica)

Quello che fa la legge è in realtà applicare una legge dello Stato che esiste già. La legge interviene sul fatto che una determinata espressione determini un pericolo per l’altro. (Radio Radio)

Scuola, Bianchi: Ddl Zan? Seguiamo Costituzione, no discriminazioni

I presuli ribadiscono che l’atteggiamento, sulla scia di Gesù Buon Pastore, è quello del raggiungere “ogni persona, in qualunque situazione esistenziale si trovi, in particolare chi sperimenta l’emarginazione culturale e sociale”. (Vatican News)

Si sblocca il disegno di legge contro l'omotransfobia al Senato: il ddl Zan è stato incardinato nella commissione Giustizia dopo settimane di polemiche, rimpalli pressing e resistenze. Successivamente, quindi, la commissione definirà un calendario dettagliato per l'esame di ogni provvedimento, stabilendo l'inizio dell'esame e l'eventuale calendario di audizioni. (leggo.it)

Lo dice il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, a Sky Tg24 (LaPresse) – “La scuola della Repubblica segue la Costituzione. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr