Super green pass, Bassetti: “Introdurlo subito, serve per non andare in zona gialla”

Super green pass, Bassetti: “Introdurlo subito, serve per non andare in zona gialla”
Liguria24 INTERNO

“Mi auguro che sia molto rigoroso e che non venga fatta la solita cosa all’italiana.

Questa è una misura che serve per non andare in zona gialla”.

O si introduce tout court, cioè tutti utilizzano il super Green pass da subito per andare al ristorante, al cinema, al teatro, oppure se lo si mette solo in zona gialla diventa una misura cosmetica e senza senso, tanto vale non prenderla.

. » Leggi tutto

(Liguria24)

Su altre testate

Prima di pensare alle terze dosi per i quarantenni dobbiamo accelerare per far fare le terze dosi ad anziani e fragili, anche contattandoli direttamente. Per quanto riguarda il super Green pass “mi auguro che sia molto rigoroso. (ilMetropolitano.it)

E’ una misura che deve servire a non andare in zona gialla, se la metti quando ci sei già entrato…” Fortunatamente l’87% degli italiani hanno avuto l’intelligenza di ascoltare la parte buona della medicina e andare a vaccinarsi”. (Città della Spezia)

Anche per la terza dose ci sono sviluppi importanti, con il richiamo che si potrà fare dopo 5 mesi e non 6: "L'importante è che la finestra sia ridotta principalmente per i soggetti fragili, non facciamo la corsa alla terza dose per i 40enni che possono aspettare: non creiamo imbuti. (Telenord.it)

Covid, Bassetti: "Locali al chiuso solo per vaccinati o guariti"

In merito ai vaccini, Bassetti ha affermato: “In Italia, ma non solo, abbiamo ormai invertito ogni tipo di ordine normale. Io sono stato il primo a chiamarlo super Green pass, in un’intervista a Porta a Porta. (Meteo Web)

Sulla terza dose. “La dose booster prende gli anticorpi che si sono andati a nascondere in qualche parte del nostro organismo e li riporta fuori. Sul vaccino antinfluenzale e la terza dose. (Il Tabloid)

Tutte queste andrebbero lasciate a chi è vaccinato o a chi è guarito". Lasciando quindi un doppio binario, uno per il lavoro e per i trasporti e un secondo per tutte le altre attività di cui in qualche modo si può fare a meno, ristoranti, bar, cinema, teatri, stadi, discoteche, sport al chiuso. (triestecafe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr