VICENZA DIROTTA SU CUBA: MANIFESTAZIONE IN CENTRO PER I DIRITTI

VICENZA DIROTTA SU CUBA: MANIFESTAZIONE IN CENTRO PER I DIRITTI
tviweb ESTERI

Cliccando \"OK\" o continuando in qualsiasi modo la navigazione del sito, acconsenti all\u2019uso dei cookies di terze parti, per le finalit\u00e0 indicate nell\u2019informativa.

Le modalit\u00e0 di gestione delle preferenze sui cookies di terze parti sono disponibili a questo link."

"Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per finalit\u00e0 tecniche, analitiche e statistiche.

(tviweb)

Su altri media

Il premier Manuel Marrero Cruz ha annunciato ieri che dal prossimo lunedì e fino alla fine dell’anno saranno sospese le restrizioni sulle importazioni di cibo e medicine. La decisione è stata presa dopo le imponenti proteste a Cuba dei giorni precedenti contro il regime comunista. (InvestireOggi.it)

Sono più di cinquemila le persone arrestate a Cuba durante i tre giorni di proteste contro il governo, tra cui 120 attivisti e giornalisti | [email protected] La contestazione è iniziata domenica, quando migliaia di cubani sono scesi per le strade per protestare contro la repressione del governo e i problemi economici del Paese. (Corriere del Mezzogiorno)

Inaccettabili le espressioni pronunciate dalle agenzie di stampa ufficiali del regime post-castrista, parole che accennano a “gruppi organizzati di elementi antisociali e criminali” (sic). (Il Riformista)

Proteste a Cuba, Díaz-Canel fa marcia indietro: sospesi i dazi su cibo e medicinali

Intanto Biden afferma che "il comunismo è fallito e Cuba è uno stato fallito". A Cuba, dopo le proteste senza precedenti dei giorni scorsi, arrivano le prime concessioni del governo per tentare di disinnescare l'ondata di malcontento che rischia di mettere in serio pericolo il regime castrista presieduto da Miguel Díaz-Canel. (tvsvizzera.it)

Ma, anche se si continua a accusare gli Stati Uniti di aver fomentato i disordini, la credibilità del regime comunista cubano ha subito un ulteriore duro colpo Quando (e non è la prima volta) a Cuba, accadono dei fatti che smentiscono l’immagine di quella specie di paradiso comunista evocata continuamente contro l’imperialismo americano, intervengono i difensori del regime instaurato da Fidel Castro. (Avanti!)

La Casa Bianca sta intanto valutando se è fattibile per gli Usa aiutare i cubani ad avere accesso a Internet Intanto l’erede dei Castro, Díaz-Canel è riapparso in tv e ha postato una serie di tweet più o meno conciliatori. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr