Morte Dora Lagreca, il fidanzato: "La amavo, tra noi una semplice discussione"

Morte Dora Lagreca, il fidanzato: La amavo, tra noi una semplice discussione
Ottopagine INTERNO

Morte Dora Lagreca, il fidanzato: "La amavo, tra noi una semplice discussione" L'uomo è accusato di istigazione al suicidio. Si dice innocente, innamorato e molto scosso per l'accaduto Antonio Capasso, il fidanzato di Dora Lagreca, la trentenne, originaria di Montesano sulla Marcellana, morta nella notte fra l'8 e il 9 ottobre scorso cadendo dal balcone dell'appartamento a Potenza dove i due convivevano. (Ottopagine)

Su altre testate

Aldo Di Fazio del reparto di Medicina legale dell’ospedale “San Carlo” di Potenza, dopo l’incarico ricevuto dalla Procura della Repubblica di Potenza. Si attendono adesso i risultati che depositerà il medico legale in Procura, ma anche l’esito degli accertamenti dei militari del Reparto Investigazioni Scientifiche. (ondanews)

Il fidanzato corre per le scale a piedi nudi, tenta di prestarle soccorso, ma Dora è già agonizzante. Familiari e amici concordano su un punto cruciale: «Dora non si sarebbe mai suicidata». (ilGiornale.it)

Nelle scorse ore c’è stata una svolta nel caso, il fidanzato della trent’enne è stato iscritto nel registro degli indagati. Ascoltato dai carabinieri per circa cinque ore il ragazzo ha confessato che lui e Dora Lagreca avevano litigato poco prima che lei si lasciasse cadere nel vuoto. (VNews24)

Dora, la famiglia non crede al suicidio

I carabinieri del Ris hanno anche effettuato i rilievi nell’appartamento dove la coppia viveva da circa due anni. Ieri avevamo sentito Renivaldo Lagreca, avvocato della famiglia della deceduta che non crede si tratti di suicidio. (La Siritide)

Antonio sicuramente no, anche perché ha guidato per tornare a casa, mentre Dora ha bevuto alcuni cocktail”. Antonio e Dora, ha aggiunto il legale, “come tutte le coppie litigavano, senza che però ci fossero mai state violenze, e poi facevano la pace (L'HuffPost)

Il corpo di Dora Lagreca poco dopo è stato ritrovato sul praticello dello stabile di via Di Giura. Dopo circa due ore, poco dopo le 4, la ragazza è deceduta (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr