Vaccini, Biden contro Facebook: «La disinformazione sui social media sta uccidendo molte persone» – Il video

Open ESTERI

Leggi anche:

Rispondendo alla domanda di un giornalista il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha lanciato un appello contro la cattiva informazione sul Covid che serpeggia soprattutto sui social media e che, ha detto, «sta uccidendo molte persone», lanciando l’allarme sui cittadini non vaccinati.

«Qual è il suo messaggio per le piattaforme come Facebook?».

La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha infatti sottolineato che Mosca e Pechino «stanno spingendo informazioni sul fatto che i vaccini sono inefficaci e non utili». (Open)

Ne parlano anche altri media

I fatti – ha concluso il portavoce – dimostrano che Facebook sta aiutando a salvare vite, punto”.San “I fatti sono – ha proseguito Lever – che più di 2 miliardi di persone hanno avuto accesso ad autorevoli informazioni sul COVID-19 e sui vaccini su Facebook, più che in ogni altro posto su Internet. (askanews)

Prima che fosse eletto presidente degli Stati Uniti, aveva dichiarato al sito CiberCuba che, una volta alla Casa Bianca, avrebbe eliminato le sanzioni imposte da Trump, il cui solo risultato è stato quello “di aver inflitto sofferenza al popolo cubano senza aver ottenuto nulla per far avanzare la democrazia e i diritti umani”. (Il Manifesto)

Il numero uno della Casa Bianca ha infatti puntato il dito contro “Facebook e altri social simili” specie sul fronte dei non vaccinati, a suo parere fuorviati e di conseguenza rischiosi per loro stessi e gli altri:. (Money.it)

La situazione l'ha sintetizzata il chirurgo generale Vivek Murthy: "Aspetti come il pulsante Mi piace premiano gli utenti che condividono contenuti emozionanti, non necessariamente accurati. (Tech Fanpage)

"E' mia fervida speranza - aggiunge poi nella nota - che attraverso la riconciliazione o altri mezzi, il Congresso fornisca finalmente sicurezza a tutti i 'sognatori', che hanno vissuto troppo a lungo nella paura" (Rai News)

(HelpMeTech)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr