Un anno senza spettacoli dal vivo. Arzenton (Zed): «Siamo pronti a ripartire, in sicurezza»

Un anno senza spettacoli dal vivo. Arzenton (Zed): «Siamo pronti a ripartire, in sicurezza»
PadovaOggi INTERNO

Valeria Arzenton. Afferma Valeria Arzenton: «Con rispetto, pudore, silenzio e dignità abbiamo sospeso le nostre attività da 12 interminabili mesi compromettendo oltre che le nostre economie, anche i nostri progetti e quindi la nostra stabilità di spirito.

Su questo Valeria Arzenton commenta: «È necessario come non mai vedere con gli occhi del futuro, traendo forza dall’esperienza passata ma con la spinta crescente verso valori sempre più europei e cosmopoliti. (PadovaOggi)

Se ne è parlato anche su altre testate

Centinaia di lavoratori dello spettacolo hanno dato vita a un corteo di protesta, arrivato in piazza Montecitorio a Roma, in occasione della manifestazione nazionale del settore che si è svolta oggi in molte città italiane. (Sky Tg24 )

I lavoratori hanno occupato via Cristoforo Colombo, davanti al Molo Beverello, fermando tutto il traffico veicolare proveniente da via Acton. Lo striscione "Il lavoro non è un favore". I lavoratori hanno fermato tutto il traffico veicolare proveniente da via Acton occupando la strada con un grande striscione con la scritta "Il lavoro non è un favore". (Sky Tg24 )

Anche a Bologna lavoratrici e lavoratori dello spettacolo sono scesi in piazza per chiedere al governo un intervento concreto ad un anno esatto dallo stop agli eventi culturali dovuto all'emergenza sanitaria. (BolognaToday)

Vivaldi da ridere con le "Sconcertate"

"Siamo felici di questa partecipazione - spiega Gabriele Russo, che dirige il Bellini col fratello Daniele - è la prova di quanta voglia di teatro e di cultura ci sia a Napoli L'iniziativa, tiene a precisare, "non è una protesta, quanto una necessità di riaccendere la luce sul teatro. (La Repubblica)

Foto di Massimo Silvano. TRIESTE Più di 150 lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura sono di nuovo scesi in piazza oggi, martedì 23 febbraio, a Trieste. Diverse le istanze presentate:. (Il Piccolo)

Un concerto di Vivaldi in programma, 5 musiciste internazionali, una veneziana addetta alle pulizie del teatro (e appassionata di rock inglese) che non può che esclamare "Ancora con 'sto Vivaldi!". Sarebbe bello immaginare che una volta superata la pandemia istituzioni e cittadinanza riconoscessero pienamente il ruolo sociale del teatro» (VeneziaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr