GREEN PASS, PER CHI E DOVE: CDM DECRETO COVID ALLE 17/ Obblighi, regole e zone gialle

GREEN PASS, PER CHI E DOVE: CDM DECRETO COVID ALLE 17/ Obblighi, regole e zone gialle
Il Sussidiario.net INTERNO

Per questo motivo nel Decreto Covid sarà specificato che chi ha già ricevuto la prima dose debba effettuare il richiamo, altrimenti il Green Pass perderà validità

Non penso debba essere una lotta di forza tra Regioni e Governo, bisogna trovare punto di incontro utile al Paese».

Il Green Pass per il momento non vedrà l’obbligo né a scuola né sui mezzi pubblici locali.

Santanché vs Migliore "Green pass è follia"/ "Devo fare lo sceriffo?

IL NUOVO GREEN PASS “IN PILLOLE”. (Il Sussidiario.net)

La notizia riportata su altri media

(askanews) – Confronto ancora aperto, nel governo, sul nuovo decreto Covid, che dovrebbe arrivare domani in Consiglio dei ministri. Da subito il green pass dovrebbe essere reso obbligatorio per aerei, navi e treni a lunga percorrenza. (askanews)

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività ono tenuti a verificare che l’accesso avvenga nel rispetto delle prescrizioni. Per il momento non servirà il green pass per metro, bus e treni: il tema verrà affrontato in una successiva riunione del governo (LaPresse)

E’ quanto fanno sapere fonti della Lega al termine della cabina di regia. (LaPresse) – Soddisfatti per alcune nostre richieste accolte: nessun divieto per i viaggi su treni, aerei e autobus, nessun obbligo per lavoratori, giovani e studenti, rinvio a settembre di eventuali restrizioni. (LaPresse)

Covid, Tpl non in questo decreto, tema rimandato a settembre

Secondo Salvini, il green pass "può essere uno strumento utile per accedere a grandi eventi come concerti o partite di calcio", ma "non può diventare un ulteriore appesantimento burocratico per i cittadini" In sintesi, potrebbe essere un green pass a due livelli: con una dose di vaccino per andare al ristorante al chiuso, con doppia dose per i luoghi più affollati. (Today.it)

L’altra novità il cambio dei parametri per la colorazione delle regioni, in accordo con le quali è stato deciso che il parametro prevalente, d’ora in poi sarà il tasso di ospedalizzazione. In zona arancione rispettivamente con il 20 e il 30%, in zona rossa con il 30% e il 40 (FoggiaToday)

(LaPresse) – Il decreto atteso a breve in Consiglio dei ministri non affronterà il tema dei trasporti che, come la scuola, sarà esaminato in un secondo momento. Roma, 22 lug. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr