COVID / Divieto di spostamento tra Comuni, nuove zone arancioni in provincia

COVID / Divieto di spostamento tra Comuni, nuove zone arancioni in provincia
QDM Notizie INTERNO

L’annuncio del Presidente Francesco Acquaroli al termine della video conferenza con i Sindaci dell’Anconetano, domani sarà firmata la nuova ordinanza. ANCONA, 21 febbraio 2021 – Si allargano le micro zone arancioni in provincia di Ancona.

Per la zona arancione valgono le regole contenute nel Dpcm nazionale.

A renderlo noto il governatore Francesco Acquaroli al termine di una video conferenza con i Sindaci dei Comuni dell’Anconetano maggiormente colpiti dalla pandemia e la presidente Anci, Valeria Mancinelli. (QDM Notizie)

Su altre fonti

La classificazione complessiva di rischio, invece, è passata da ‘moderata’ a ‘moderata ad alta probabilità di progressione’, come per l’Emilia-Romagna. Analizziamo tutti i parametri di Emilia-Romagna, Marche e Veneto. (Il Resto del Carlino)

Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici Ateco 56.3 e 47.25 l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00. Autocertificazione: quando serve. (Il Resto del Carlino)

Così il presidente della Regione Francesco Acquaroli, che nella giornata di oggi ha firmato l'ordinanza che di fatto blinda l'intera provincia di Ancona. L’ordinanza della Regione conferma inoltre sempre l'uso dell'autocertificazione riguardo alle cause giustificative dello spostamento. (AnconaToday)

Divieto di spostamenti e zona arancione in venti comuni in provincia di Ancora

L’ordinanza prevede dunque che nei 20 Comuni sopra citati siano applicate le seguenti misure previste dal comma 4 (a,b,c,d) dell’articolo 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021. (Vivere Jesi)

BAR, RISTORANTI, GELATERIE E PASTICCERIE. In zona arancione bar e ristoranti potranno lavorare solo con asporto e consegna a domicilio, così come gelaterie e pasticcerie Restano consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di Provincia. (Centropagina)

Divieto di spostamento (se non per motivi di lavoro, salute, studio e necessità comprovate) tra i Comuni della provincia di Ancona e ingresso in zona arancione (con le stesse regole del Dpcm) per 20 Comuni, tra cui Ancona, Jesi, Osimo, Senigallia, Loreto, Sassoferrato. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr