Vaccini, accordo con medici di base. Locatelli: 'Per fine marzo 13 milioni di dosi all'Italia'

Vaccini, accordo con medici di base. Locatelli: 'Per fine marzo 13 milioni di dosi all'Italia'
TG La7 INTERNO

cronaca. Per il presidente del Css "i ritardi sono un problema europeo".

La campagna vaccinale in Italia si muove spedita sul fronte del reperimento di spazi e organizzazione medica ma frena su quello delle somministrazioni

(TG La7)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ricordo che le Marche sono state la prima Regione a coinvolgere i medici di famiglia nella campagna vaccinale». Si tratta del protocollo che consentirà il coinvolgimento dei medici di famiglia nella campagna vaccinale contro il covid-19: un accordo importante perché permetterà una vaccinazione più capillare sul territorio allentando la pressione dei comparti sanitari impegnati nelle somministrazioni. (Centropagina)

Tutto, dunque, e' ancora in via di definizione, "ma nelle prossime 48 ore - ha assicurato Gennaro De Nardo, segretario provinciale della Fimmg di Catanzaro - dovrebbe essere definito tutto. (Gazzetta del Sud - Edizione Calabria)

Stampa. E’ stata siglata l’intesa tra Governo, Regioni e sindacati per il coinvolgimento dei medici di medicina generale nella campagna di vaccinazione anti Covid. La platea di cittadini che saranno vaccinati (si parla di 5 mln di persone) e i compensi per i medici saranno definiti negli accordi regionali (tra l’altro già sottoscritti in metà delle Regioni). (Salernonotizie.it)

Covid, scuole chiuse a Sanremo e dintorni. E «il grosso dei vaccini arriverà verso l'estate»

L’andamento per fasce di età sarà flessibile, perché altrimenti si rischia di rallentare drammaticamente la vaccinazione. Via libera al protocollo d'intesa nazionale tra medici di famiglia, governo e Regioni che definisce la partecipazione dei medici di base alla campagna vaccinale anti-Covid in corso. (AvellinoToday)

«Con questa ordinanza contiamo di raffreddare il picco pandemico nell'estremo ponente ligure attraverso dieci giorni di misure ulteriormente restrittive, che verranno debitamente ristorate». (GenovaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr