La Lombardia dal 14 gennaio non conteggerà i positivi al tampone “senza insufficienza respiratoria” come Covi…

La Lombardia dal 14 gennaio non conteggerà i positivi al tampone “senza insufficienza respiratoria” come Covi…
La Stampa INTERNO

In una circolare diramata a tutti gli ospedali lombardi, viene spiegata in modo diffuso la modalità.

Il documento spiega che “il codice Covid19 va usato solo per i casi con insufficienza respiratoria da Sars-Cov-2” mentre per tutti gli altri che non hanno problemi di tipo respiratorio non va usata: “In caso di concomitante presenza di insufficienza respiratoria e altra patologia rilevante, prevale la prima”. (La Stampa)

Ne parlano anche altre fonti

12 Gennaio 2022 22:46. Ricoveri per e con Covid, da venerdì la Regione Lombardia conteggerà in maniera diversa chi finisce in ospedale positivo al virus: è la strada verso cui si andrà, già chiesta dalle Regioni la scorsa settimana. (StrettoWeb)

"Questo - proseguono da Palazzo Lombardia - è finalizzato a dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid "Da venerdì 14 gennaio Regione Lombardia sarà in grado di distinguere all'interno dei 'ricoveri Covid positivi' dei propri ospedali, quali ricoveri afferiscono direttamente a una patologia 'Covid-dipendente' (polmoniti e gravi insufficienze respiratorie) e quali invece si riferiscono a pazienti ospedalizzati per altre patologie e poi riscontrati positivi al tampone pre-ricovero" riferisce in una Nota la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia. (IL GIORNO)

Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso traferito sarà ancora ‘unico’, privo quindi della distinzione sopra specificata” Lo riferisce in una Nota la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia (Telesettelaghi)

Stornare dalla conta dei malati Covid quelli che sono arrivati in ospedale per altre

La Lombardia da venerdì 14 gennaio sarà pronta a distinguere i ricoveri covid da quelli di pazienti positivi che sono in ospedale per altre patologie. Per il momento, in attesa di indicazioni chieste al ministero della Salute, il flusso dei dati sarà unico. (GameGurus)

Inoltre nella nota inviata dalla Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia viene specificato che la differenziazione è finalizzata a “dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid”. (EspansioneTv)

Potrebbe allontanarsi l'ombra della zona arancione, che scatta proprio con il superamento della soglia di posti letti occupati dagli infettati Stornare dalla conta dei malati Covid quelli che sono arrivati in ospedale per altre patologie e poi si scoprono postivi. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr